Io sono tempesta come finisce: finale spiegato

- Advertisement -

Come finisce Io sono tempesta? È un film comico e drammatico di Daniele Luchetti del 2018, con Marco Giallini ed Elio Germano.

Scopriamo tutto quello che c’è da sapere su Come finisce Io sono tempesta. Ecco il finale spiegato della dramedy del 2018 dal ricco cast. Continua a leggere se non avete paura degli Spoiler e volete scoprire la conclusione di questa storia.

Io sono tempesta come finisce

Numa riesce a entrare in sintonia con Angela, ovvero la titolare della cooperativa, incaricata di sorvegliarlo da parte del tribunale. Dovranno stare molto a contatto durante l’anno di servizio che lui deve prestare. Gli ospiti danno riscontri positivi su di lui e così la donna prova a dargli fiducia.

Inizia ad aprirsi con Numa, cosa che non le riusciva con nessuno da molto tempo. Lui ha però fretta di tornare sulla piazza e così coinvolge alcuni suoi nuovi amici in una delle sue trovate. Sistema un po’ i senzatetto e finge che siano suoi soci nell’affare della metropoli kazaka. Sfrutta la scusa della morte di un senzatetto per ottenere un passaporto temporaneo e così vede aprirsi le porte del Kazakistan.

Tutto va per il meglio, fino a quando Angela vede un servizio in televisione in Italia su Numa. Lei lo denuncia immediatamente e, tornato in Italia, l’uomo finisce in carcere. Riesce però a stringere un accordo con il figlio di Bruno, scoprendo così dove si trovi il padre, da tempo scomparso. Ciò garantisce un posto di lavoro a Bruno e ai suoi amici presso una sala slot, provvedendo anche all’istruzione di cui necessita il figlio.

Vediamo tutti loro lavorare nella sala slot nel finale. Angela è in un programma di protezione testimoni in un convento e Numa all’interno della stessa prigione del padre, intento a organizzare una cena con quest’ultimo per mezzo di mazzette.