9-1-1 come finisce la puntata del 20 giugno

- Advertisement -

Come finisce 9-1-1? Ecco il finale spiegato della seconda puntata della quarta stagione, dal titolo Da soli insieme.

Di seguito trovate il riassunto completo della seconda puntata della quarta stagione di 9-1-1, dal titolo Da soli insieme. Ecco come finisce l’episodio che va in onda in prima TV su Rai 2 lunedì 20 giugno 2022.

9-1-1 come finisce la puntata del 20 giugno

Scopriamo il riassunto completo della seconda puntata della quarta stagione di 9-1-1, dal titolo Da soli insieme, in onda in prima TV su Rai 2 il 20 giugno. Athena e Sylvia sono sopravvissute ma si ritrovano intrappolate in casa. Chimney e Buck fanno una perlustrazione della zona colpita dalla grana e pare non ci sia anima viva. Cadaveri tutt’intorno.

Buck rimprovera il suo amico, reo a suo dire d’aver abbandonato Maddie, trovando scuse per allontanarsi da lei ora che aspetta un bambino. Athena contatta Maddie e May. Quest’ultima le consiglia di uscire dall’abitazione senza Sylvia, così da salvarsi. Lei però non intende abbandonarla. May si scusa con la donna per come si è comportata. Maddie prova a farle capire come una centralinista debba essere sempre imparziale.

Chimney e Buck trovano un baby monitor trascinato dalla frana e sentono il pianto di un bambino, che probabilmente è nelle vicinanze e ha bisogno di aiuto immediato. Bobby, Eddie e Hen salvano intanto un escursionista su Mount Lee, che per poco non veniva inghiottito dal fango. Il bambino viene trovato in una casa, la cui proprietaria, Carol, è morto a causa della frana.

All’interno vi sono delle ragazze in gravidanza. Carol si prendeva cura di loro, ma con l’obiettivo di rubare i neonati. Una di loro, Amber, sta per partorire. Il suo ex è un poco di buono e infatti non sa d’essere padre. È stata inoltre cacciata di casa dai genitori, quando hanno scoperto che era incinta. Per fortuna va tutto per il meglio. Sylvia entra in confidenza con Athena e le rivela che sua sorella è morta in un incidente stradale, del quale si sente colpevole, visto che era al volante. Questa è stata l’origine della sua agorafobia.

Athena le confessa che quando Jeffrey l’aveva aggredita si è sentita debole e impotente, come non mai. Dopo una lunga riflessione, però, è riuscita a superare la cosa e tornare sul campo. Le fa capire che non si può vivere guardando costantemente alle spalle. Athena porta in salvo Sylvia e le due donne vengono soccorse da Bobby, che perlustrava l’area in elicottero in cerca della moglie. Albert si trasferisce da Buck, mentre Chimney torna a casa sua con Maddie, ammettendo d’aver avuto paura, cercando un pretesto per allontanarsi da lei. Ore vuole starle accanto e lei lo accoglie felice.

Hen prende parte alla sua prima lezione al corso di medicina. Athena si confronta la figlia. Non ha mai accettato che lei abbia rinunciato all’università per lavorare al call center. May ammette che gli ultimi avvenimenti hanno avuto un impatto netto su di lei, come il tumore di Michael. Proprio per sua madre lavora al call center, tentando di poter vegliare su di lei.