Enzo Stranger Things 4 chi è: dove lo hai già visto

Enzo Stranger Things 4 chi è: dove lo hai già visto

Chi è Enzo di Stranger Things? Uno dei protagonisti della quarta stagione della popolare serie Netflix è una vecchia conoscenza degli spettatori.

Il finale della terza stagione di Strangers Things ha lasciato i protagonista con la convinzione che Hop sia morto, e invece è ancora vivo, ma prigioniero dei russi: per tutta la quarta stagione, infatti, lo vediamo alle prese con il tentativo di organizzare una fuga dalla remota e fredda prigione in cui è stato confinato. E ad aiutarlo in questo piano c’è anche un nuovo personaggio: una delle guardie della prigione.

Tra i fan, questo personaggio è divenuto immediatamente noto come Enzo, anche se chiaramente non è il suo vero nome: è il nome in codice che usa per contattare Joyce e organizzare la liberazione (dietro pagamento) di Hop. Enzo, infatti, è il nome del ristorante italiano in cui la coppia si era ripromessa di andare a cena fuori, quando fossero tornati dalla missione finale della stagione precedente: usare quel nome, ha permesso alla guardia russa di convincere Joyce di essere veramente in contatto con Hop.

In realtà, il vero nome del personaggio non è Enzo, ma Dmitri Antonov, ed è una guardia della prigione russa in cui è rinchiuso Hop, incline alla corruzione e al contrabbando, ma che finirà nei guai per il suo rapporto col prigioniero americano. Eppure, tanti fan avranno notato qualcosa di famigliare in questo personaggio di Stranger Things: dove abbiamo già visto Enzo?

Chi è Enzo di Stranger Things e dove lo abbiamo già visto

L’attore che si nasconde dietro Enzo si chiama Thomas Wlaschiha, e non è russo ma bensì tedesco. È nato nel 1973, e ha quindi 49 anni, ma è divenuto un volto abbastanza noto a livello internazionale, in questi ultimi anni.

La sua carriera è iniziata lavorando nella tv e nel cinema in Germania, ma già nel 2001 riusciva a fare la comparsa ne Il nemico alle porte di Jean-Jacques Annaud, e ha poi avuto sempre ruoli marginali in film importanti come Munich di Steven Spielberg (2005) e Operazione Valchiria di Bryan Singer (2008).

Ma se la faccia di Enzo di Stranger Things vi dice qualcosa, probabilmente è perché avete seguito con attenzione Il trono di spade, dove tra il 2012 e il 2016 Wlaschiha ha interpretato il misterioso Jaqen H’ghar. Il ruolo nella popolare serie fantasy gli ha dato una certa notorietà, permettendogli di apparire in un ruolo secondario in Rush di Ron Howard (2013), come uno dei personaggi principali nelle serie Crossing Lines, Das Boot e Jack Ryan.

Nel 2020, inoltre è stato tra i protagonisti di un film italiano prodotto da Netflix, L’incredibile storia dell’isola delle rose di Sydney Sibilia, dove ha recitato accanto ad Elio Germano e Matilde De Angelis nel ruolo di Neumann.