Paola Cerimele chi era l’attrice morta in un incidente legata a Sergio Castellitto

Paola Cerimele chi era l’attrice morta in un incidente legata a Sergio Castellitto

Paola Cerimele è morta a 48 anni a causa di un incidente stradale. Ripercorriamo la carriera e la vita privata dell’attrice di Non ti muovere

La causa della morte di Paola Cerimele a 48 è stato un incidente stradale, un orribile frontale in località Castelguidone, a pochi kilometri da Chieti. L’attrice di Non ti muovere accanto a Sergio Castellitto era seduta affianco al guidatore. Nel giorno della notizia della conferma dei suoi parenti della sua dipartita, è giusto ricordare la sua biografia, la sua carriera e la vita privata accanto al compagno che era in auto con lei nel momento dell’incidente mortale. 


Paola Cerimele era di origini molisane, nata ad Agnone nel 1974 da sempre aveva il sogno di diventare attrice. Accanto agli studi scolastici ha iniziato sin da adolescente a livello amatoriale a formarsi in recitazione, danza e canto, dedicandosi anche a coltivare le lingue straniere come inglese e francese. Lascia presto l’Alto Molise per trasferirsi a Roma, dove l’attrice viveva prima di morire in in incidente stradale a soli 48 anni, era nella sua terra d’origine in vacanza. Dal 1996 al 1999 Paola Cerimele studia e si laurea presso l’Accademia di Arte Drammatica Silvio d’Amico.

Paola Cerimele carriera e vita privata

La sua carriera inizia a teatro già nel 1995 come protagonista de Le Figlie di Iorio di Gabriele D’Annunzio. Una vita a teatro quella dell’attrice che l’ha portata vent’anni fa a fondare la Compagnia Stabile del Molise con sedi a Campobasso, Bojano, Vasto e Termoli con l’obiettivo di scovare e formare nuovi talenti nel mondo dello spettacolo. Gli ultimi spettacoli prima del terribile incidente mortale che l’hanno vista protagonista sono l’Amleto con Daniele Pecci, Oh tempora, o mores! e Io sono Misia con Lucrezia Lante Della Rovere.

Per quanto riguarda la filmografia di Paola Cerimele la carriera è vasta.  Il ruolo più noto è con l’amico Sergio Castellitto in Non ti muovere, l’ultima persona che ha visto prima di morire insieme a Margaret Mazzantini, come scritto dalla stessa vittima su facebook qualche ora prima dell’incidente. Gli esordi al cinema sono con Oltre le linea gialla, l’interpretazione molto apprezzata in Un cielo stellato sopra il ghetto di Roma. Nonostante la grande carriera, resta impresso nel ricordo sempre il ruolo della Cerimele in Non ti Muovere, un’infermiera molisana che le somigliava per il legame forte che sia attrice che personaggio avevano con la loro terra d’origine.

Paola Cerimele chi è il compagno Raffaele Lombardi

Per quanto riguarda la vita privata di Paola Cerimele non aveva marito e figli ma condivideva da oltre 20 anni un grande  amore per il suo collega Raffaele Lombardi, anche lui convolto nell’incidente in Molise, sulla Trignina, che le ha strappato la vita troppo presto. Di origini pugliesi Raffaello Lombardi 56 anni è nato a San Marco in Lamis in provincia di Foggia nel 1956. È noto per il suo ruolo nel film Oltre la linea gialla. Di studi ha fatto il DAMS di Bologna e il Corso di perfezionamento per attori ERT.

Gli esordi sono a teatro nel 1992 a teatro con Pirandello per poi interpretare i grandi classici del commediografo sigillano e di Shakespeare per la sua lunga carriera. Al cinema la sua prima interpretazione è in Ravanello Pallido per poi partecipare a Buona Giornata e come ultima interpretazione in Borghi e Demoni. L’attore coinvolto nell’incidente in Molise ha coperto ruoli in diverse fiction con un Medico in Famiglia e i Cesaroni. Paola Cerimele e il suo compagno Raffaello Lombardi si sono conosciuti nei primi anni 2000 per lavoro. Il sodalizio artistico e il loro grande amore spicca il volo nel 2010 quando insieme fondano la compagnia del Teatro Stabile del Molise.

Copyright Image: ABContents