Giuseppe Zeno fuori programma prima di Tutto per mio figlio

Giuseppe Zeno fuori programma prima di Tutto per mio figlio

Giuseppe Zeno ospite di Francesca Fialdini nella puntata di “Da noi…a ruota libera” del 6 Novembre riceve in regalo l’albero di Falcone

Giuseppe Zeno, protagonista della fiction Tutto per mio figlio è stato protagonista di un fuori programma che lo ha emozionato. Francesca Fialdini, padrona di casa del programma “Da noi…a ruota libera” ha regalato all’attore l’albero dedicato a Giovanni Falcone. Il regalo della conduttrice è stato scelto con un motivo ben preciso. Domani 7 novembre in prima serata su Rai1 debutta la nuova fiction con Giuseppe Zeno. Tutto per mio figlio è una mini serie liberamente ispirata ad una storia vera di lotta alla criminalità organizzata. Proprio per questo Francesca Fialdini ha deciso di regalargli un ficus che oggi continua a crescere come simbolo di legalità e lotta alle mafie accanto alla dimora di Giovanni Falcone.

Magistrato morto il 23 maggio del 1982.  A rendere ancora più forte l’omaggio fatto all’attore di Santi dell’Onore e il rispetto, la presenza del colonnello Sandra Martinelli, dal raggruppamento carabinieri biodiversità.  Giuseppe Zeno nel corso della puntata del 6 novembre di “Da noi…a ruota libera” ha replicato visibilmente emozionato al regalo simbolo di legalità ricevuto dalla bionda conduttrice. Ha sentito l’importante senso di responsabilità che il ficus di Giovanni Falcone rappresenta e che custodirà sicuramente con la cura che merita. L’obiettivo dell’attore che ha interpretato Domenico in Mina Settembre 2 è di far nascere dall’albero del magistrato altre piantine da poter regalare a sua volta.

Giuseppe Zeno racconta Tutto per mio figlio

L’occasione dell’invito come ospite nello studio di “Da noi…a ruota libera” è stata per Giuseppe Zeno l’occasione per raccontare con qualche anticipazione la trama di Tutto per mio figlio. La nuova fiction è in onda da lunedì 7 novembre e in una puntata in racconta una storia vera.  Raffaele Acampora, interpretato dall’attore napoletano, vede sconvolta la sua vita sottomessa al racket quando decide di denunciare gli esattori della malavita. La sua esistenza era un inferno a causa di debiti e frustrazione e non solo per cambiare passo decide di liberasi del peso del pizzo. È un atto di coraggio fatto per suo figlio Peppino, scelta da cui prende il nome il film tv di 100 minuti.

Il personaggio che racconta Giuseppe Zeno diventa in poco tempo punto di riferimento di una sorta di cellula parastatale. Raffaele e i suoi colleghi collaborano in maniera stretta con le forze dell’ordine sul territorio. L’attore è stato anche grande protagonista della fiction di successo Mina Settembre 2 nei panni di Domenico che continua a far sognare l’assistente sociale ispirata ai libri di Maurizio De Giovanni. Tra i nuovi progetti di Giuseppe Zeno ci sono in cantiere la seconda stagione di Blanca per la Rai e il sequel di Luce dei Tuoi Occhi per Mediaset. L’attore si gode anche il successo nella vita privata accanto a sua moglie Margareth Madé e ai loro figlie Angelica e Beatrice nate rispettivamente nel 2017 e nel 2020.