Ricky Memphis perché si chiama così: il vero nome una sorpresa

Danilo Budite
08/11/2022

Ricky Memphis perché si chiama così: il vero nome una sorpresa

Riccardo Fortunati vero nome di Ricky Memphis si chiama così per un omaggio a una leggenda della musica internazionale

Nato a Roma il 29 agosto 1968, Ricky Memphis, vero nome Riccardo Fortunati, è uno degli attori più amati del cinema e della televisione italiana. Apprezzato moltissimo per la sua vena comica e per il suo straordinario eclettismo, forse non tutti conoscono le origini del nome d’arte dell’attore. Ricky è facilmente intuibile, viene ovviamente da Riccardo, ma che dire invece di Memphis. Il cognome scelto dall’attore di Distretto di polizia è un omaggio al leggendario cantante Elvis Presley, originario proprio della città di Memphis, che si trova negli Stati Uniti, nello stato del Tennessee. In virtù della sua grande passione per la storica voce autrice di successi come Cant’help falling in love, Ricky ha scelto, dunque, questo nome d’arte ben prima di Distretto di Polizia.

Un nome che ha finito per occupare, come detto, un ruolo di spicco nel mondo del cinema e della televisione. Le prime apparizioni dell’attore sul piccolo schermo risalgono ai primi anni 90, con alcune puntate del Maurizio Costanzo show e l’esordio al cinema del film Ultrà di Rocky Tognazzi. Il grande successo, però, arriva nei primi anni 2000, quando Memphis è tra i protagonisti dell’amatissima fiction Distretto di Polizia, dove interpreta l’ispettore Mauro Belli. Da quel momento, la carriera di Ricky non si ferma più e lo vediamo in tantissimi film e serie tv, affermandosi così come uno dei volti più amati dello spettacolo italiano.

Per ciò che riguarda la sua vita privata, Ricky Memphis è sposato con Alessia Cerasaro, anche lei protagonista del mondo dello spettacolo, ma da una prospettiva completamente diversa rispetto al marito. Alessia lavora infatti dietro le quinte, come aiuto regista, e i due si sarebbero conosciuti proprio sul set di Distretto di Polizia, dando il via a una bellissima storia d’amore da cui sono nati due figli. Per il resto, non ci sono moltissime notizie sulla coppia, che ama mantenere la propria privacy.

Ricky Memphis: che film ha fatto

La carriera cinematografica di Ricky Memphis è praticamente sterminata e ha inizio nel 1991, con il sopracitato Ultrà e con Pugni di rabbia di Claudio Risi. Nel 1996 una discreta notorietà gli arriva dal film Palermo Milano – Solo andata, mentre nello stesso anno torna a collaborato con Tognazzi in Vite strozzate. I primi anni duemila portano, come detto, il successo di Distretto di Polizia, ma allontanano Ricky dal cinema. Nel primo decennio del nuovo secolo lo vediamo in appena due film, Paz!  e il sequel di Milano Palermo, poi però dal secondo decennio in poi l’attore romano torna decisamente in auge, prendendo parte a una quantità sterminata di film.

Ricky Memphis si afferma soprattutto come un volto della commedia italiana, partecipando a pellicola di assoluto successo come i due capitoli di Immaturi, Ex – Amici come prima, Vacanze di Natale a Cortina e Mai Stati Uniti. Tra le tante commedie, Memphis prende parte anche al capolavoro di Paolo Sorrentino Loro, mentre tra le ultime pellicole in cui lo abbiamo visto ci sono ben tre film del 2020: Un figlio di nome Erasmus, Divorzio a Las Vegas e Lockdown all’italiana.

Al fianco della carriera cinematografica c’è quella in televisione, con il primo ruolo nella miniserie di Stefano Reali Ultimo e l’affermazione con Distretto di Polizia. Tra le fiction più famose in cui lo troviamo ci sono Notte prima degli esami ’82, Tutti pazzi per amore 3 e Così fan tutte. Di recente, Memphis è stato protagonista del remake televisivo di Immaturi, della serie su Francesco Totti Speravo de morì prima e dell’apprezzatissima produzione Netflix Tutto chiede salvezza.