Carlo Rambaldi chi era: causa morte

Danilo Budite
13/12/2022

Carlo Rambaldi chi era: causa morte

Chi era Carlo Rambaldi, protagonista di grandissimi film a Hollywood e padre di Et; le cause della sua morte

Molti saranno sorpresi dal sapere che dietro al successo di film iconici come Et, Alien o King Kong c’è la mano di un italiano, lo storico effettista Carlo Rambaldi. Nato a Vigarano Mainarda, Ferrara, il 15 settembre del 1925, Rambaldi è diventato uno dei grandi nomi del cinema, coronando una passione che coltiva sin da piccolo. Dopo il diploma da geometra. Carlo si è sposato ad Bologna per studiare all’Accademia di belle arti e durante gli anni ’50 si avvicina moltissimo agli ambienti cinematografici, iniziando a mette la sua bravura a disposizione della settima arte. Carlo Rambaldi si specializza negli effetti speciali per il cinema e inizia a collaborare con alcuni dei più grandi cineasti italiani come Mario Monicelli e Dario Argento, per cui cura gli effetti di Profondo Rosso. Un successo che spinge Rambaldi verso Hollywood, dove ottiene la definitiva consacrazione lavorando con registi del calibro di Steven Spielberg e David Lynch e si aggiudica ben tre premi Oscar.

Nonostante abbia preso parte ad alcuni dei più famosi film di sempre, Carlo Rambaldi ha sempre evitato le telecamere, preferendo rimanere dietro le quinte. Il ferrarese ha fatto da maestro a generazioni di effettisti, affermandosi come una delle eccellenze italiane nel mondo e diventando un vero e proprio punto di riferimento nell’ambiente degli effetti speciali. Dopo tanti anni passati in America, con l’arrivo del nuovo secolo Rambaldi torna in Italia, dove si stabilisce a Lamezia Terme per vivere gli ultimi anni della sua vita nella terra originaria di sua moglie Bruna. Qui, il 10 agosto 2012, è venuto a mancare il mitico cineasta, che al momento della dipartita si trovava nell’ospedale di Lamezia Terme, ma le cause della sua morte non sono state specificate. L’effettista quando è scomparso aveva 86 quindi è probabile che stava combattendo con alcuni problemi di salute fisiologici a quell’età. Dopo la sua morte, è stata istituita anche una fondazione a suo nome,

Carlo Rambaldi: i film e i premi vinti

Per capire la grandezza di Carlo Rambaldi, basta sapere che lui è la persona che, di fatto, ha inventato Et. L’effettista italiana ha dato vita all’amatissimo alieno nel 1982 e proprio grazie a quel lavoro ha vinto il terzo premio Oscar della sua carriera. Si tratta del più grande riconoscimento della sua vita, al fianco delle altre due statuette ottenute sempre per il suo lavoro agli effetti speciali nel 1977 per King Kong e nel 1980 per Alien.

Da questi titoli possiamo iniziare a farci un’idea di quanto il mondo del cinema debba a Carlo Rambaldi, che ha firmato tantissime altre pellicole, come il mitico Dune di David Lynch, La mano di Oliver Stone e Conan il distruttore. La sua attività cinematografica ha iniziato a rallentare negli anni ’90, con Rambaldi che come detto è poi tornato in Italia per godersi la meritata pensione. Nel 2002 Carlo ha ottenuto anche il David speciale, una menzione particolare nei David di Donatello volta a premiare la sua straordinaria carriera. Senza dubbio, l’eredità di Carlo Rambaldi è enorme e simboleggiata da uno dei personaggi più amati della cultura cinematografica: l’alieno Et.