Giovanni Pezzoli chi era: causa morte del batterista degli Stadio

Giovanni Pezzoli chi era: causa morte del batterista degli Stadio

Morto Giovanni Pezzoli, 70 anni, batterista degli Stadio: aveva fondato la band con Gaetano Curreri

Lutto nel mondo della musica. Gaetano Curreri ha annunciato sui social chi è morto degli Stadio: Giovanni Pezzoli, batterista della band della quale è stato co-fondatore. Nato a Bologna il 14 maggio 1952, ha sempre avuto la musica dentro. All’inizio degli anni ’60 era soltanto un ragazzino, eppure si divertiva a tenere il ritmo delle canzoni trasmesse al Festival di Sanremo, arrivando poi a costruire una batteria rudimentale. Il futuro musicista aveva ricreato davvero tutto, pedale compreso, ottenuto con alcuni pezzi del Meccano. Era il 1962 e poco dopo, a 13 anni, Pezzoli ha davvero iniziato a suonare la batteria. Ad accompagnarlo in questo percorso sono stati Cream, Deep Purple e Led Zeppelin, tra gli altri miti del futuro batterista morto oggi. Aveva deciso che questa era la sua strada e a 18 anni era membro del gruppo Gli Indecisi. Suonò al Palasport di Bologna per Carnevale, avendo modo di incrociare Lucio Dalla, ospite d’eccezione.

Il cantautore bolognese propose a Giovanni Pezzoli un ingaggio per alcune serale, così da sostituire il suo batterista abituale: il grande punto di svolta della sua carriera. La collaborazione tra Giovanni Pezzoli e Lucio Dalla è infatti durata fino al 1992, con il batterista degli Stadio che ha suonato per lui in quasi tutti i suoi album. L’incontro con Gaetano Curreri rappresenta l’altro grande spartiacque della vita del musicista morto a 70 anni lasciando un grande vuoto. Nella comitiva c’è anche Vasco Rossi e i due cantanti lavorano a un disco con il gruppo Le Cinque Lire. A Pezzoli viene chiesto di risuonare le batterie registrate già per l’album Ma cosa vuoi che sia una canzone, proprio del Blasco. Per vedere la nascita degli Stadio occorre attendere il 1981. Giovanni Pezzoli e Gaetano Curreri sono gli unici due membri che non hanno mai fatto un passo indietro rispetto alla band, fino alla fine.

Giovanni Pezzoli causa morte: malattia

La causa della morte di Giovanni Pezzoli è una lunga malattia al cuore che gli ha portato pesanti problemi cardiaci, come riporta Sky. Nel 2016 gli Stadio hanno vinto Sanremo con il brano un giorno i dirai e il batterista della band ha coronato un sogno con la vittoria del Festival. È stato però anche l’anno che ha dato il via al suo ultimo viaggio. Mentre era in vacanza in montagna, Giovanni Pezzoli ha avuto un malore nel cuore della notte, tra il 24 e il 25 marzo, i primi segnali della malattia. Una condizione che ha di fatto interrotto la sua carriera. A distanza di alcuni mesi, ad agosto, il batterista degli Stadio tornò sul palco, a Rimini, per pochi minuti, così da poter suonare il brano vincitore di Sanremo, lasciando poi nuovamente il posto al suo sostituto, Adriano Molinari (in seguito è stato il turno di Iarin Munari). Una condizione delicata, che lo ha tormentato negli ultimi anni di vita. Giovanni Pezzoli a giugno era stato ricoverato, creando una generale apprensione.

Sulla pagina Facebook a lui dedicata era stato detto semplicemente come non stesse bene, sottolineando il fatto di non poter rivelare altro, per rispetto nei confronti della sua famiglia. Quest’ultima è sempre stata tenuta al di fuori dei riflettori, volutamente. Non conosciamo infatti i nomi della moglie e del figlio del batterista degli Stadio morto oggi che ora lo piangono. La stessa pagina social, Giovanni Pezzoli friends, aveva poi diramato una foto decisamente più rassicurante. Era lo scorso 7 dicembre e si vedeva il batterista degli Stadio in un letto d’ospedale, con il pollice alzato e un vago sorriso. Il 13 dicembre sono poi giunte le sue parole, entusiaste perché era riuscito a riprendere a camminare, per poi tornare a pensare alla batteria, per la quale sarebbe servito ancora del tempo, aveva spiegato. Alle ore 21.00 del 29 dicembre, invece, Giovanni Pezzoli è morto ricordato sale le parole dell’amico fraterno Gaetano Curreri.