Millennials significato: traduzione e come viene usato

Danilo Budite
10/01/2023

Millennials significato: traduzione e come viene usato

Chi sono i Millennials, quali sono la traduzione e il vero significato di questo termine e come viene usato

Pochi termini creano più confusione di Millennials, una parola entrata ormai nel lessico comune, ma che poche persone usano correttamente e ne conoscono il vero significato. Spesso, il termine Millennials si accompagna ad altri come Boomer o Zoomer e moltissime persone faticano a fare distinzione e capire bene significati e contesti d’uso di queste parole. È necessario delineare un quadro generale per fare ordine. Per capire bene il significato del termine Millennials, la cui traduzione potrebbe essere, più o meno, “generazione del millennio”, possiamo ricorrere a un suo sinomino, Generazione Y, che sicuramente aiuta più nel capire la vera definizione del termine. La Generazione Y include le persone nate tra il 1981 e il 1996, segue la Generazione X, le persone nate tra il 1965 e il 1980, ed è seguita dalla Generazione Z, i nati dal 1997 in poi. Prima delle Generazione X, invece, ci sono i Boomer, i nati nei vent’anni che seguono la fine della Seconda Guerra Mondiale, così chiamati perché nati nell’era del boom economico. Questa distinzione aiuta moltissimo, dunque, a capire il significato del termine Millennials, ma il termine nei suoi contesti d’uso ha anche guadagnato diverse sfaccettature, che ora andremo a illustrare per bene.

Chi sono i Millennials

Il termine Millennials, oltre a riferirsi, di fatto, alle persone nate dal 1981 al 1996, è sinonimo di una generazione che non condivide solo un periodo relativo alla loro data di nascita, ma una serie di valori, esperienze e comportamenti che finiscono per connaturarli. I Millennials sono cresciuta in un’epoca particolare, segnata dal profondo cambiamento della società. Anni di conquiste, di nuovi valori e nuovi orizzonti, di avanzamento sociale e progresso tecnologico, ma anche di una profonda crisi, di un sistema giunto al collasso che ha creato una spaccatura profonda tra i Millennials e le generazioni passate, sia i Boomer che la Generazione X. Il termine Millennials viene usato in modo diverso, sostanzialmente, a seconda di chi lo usa: gli stessi Millennials non questo termine sfoggiano il loro senso d’appartenenza alla loro generazione, difendono il sistema di valori che li contrassegna e che li distingue. Se usato dagli altri, il termine il più delle volte ha una valenza negativa, ma comunque non come altri termini come boomer, questo usato con chiara accezione negativa sia dai Millennials che dai più giovani esponenti della Generazione Z.

C’è, inoltre, un malinteso da risolvere quando si parla di Millennials e Generazione Z. Secondo la definizione classica, abbiamo detto come i Millennials siano le persone nate fino al 1996 e gli Zoomer quelli dal 1997 in poi, ma ormai nell’uso comune, anche per comodità, i Millennials arrivano a identificare tutti i nati fino alla fine del secolo, il 1999, mentre gli Zommer solo i nati nel nuovo secolo. Le persone che sono nate dal 1997 al 1999, quindi, si trovano in questo limbo dove entrambe le definizioni li connaturano. C’è da dire, che la sostanziosa differenza si percepisce con la Generazione Z più che altro andando avanti con