Skip to main content

Quanto guadagna Amadeus a Sanremo 2023: il cachet del conduttore e direttore artistico del Festival

Come ogni anno è tanta la curiosità per conoscere quanto guadagna Amadeus a Sanremo 2023 e quale sia il cachet che il padrone di casa del Teatro Ariston avrà in questa edizione. Amadeus è il direttore artistico di Sanremo 2023 e ricopre questo ruolo per il quarto anno consecutivo, confermato dalla Rai dopo gli ottimi risultati ottenuti. Il presentatore è stato in grado di rendere un successo anche la complessa edizione del 2021, priva di pubblico per le restrizioni Covid, poi vinta dai Maneskin. Da martedì 7 a sabato 11 febbraio occhi puntati su di lui e i tantissimi artisti presenti all’Ariston, tra quelli in gara e gli ospiti, italiani e internazionali. Ci saranno inoltre altri due palchi esterni, uno in piazza e l’altro su una nave da crociera a largo, così da far esibire tanti volti noti, per uno spettacolo totale. La curiosità dei fan del Festival, però, non si limita ai Big in gara, alla classifica, agli ospiti e agli eventuali fuori programma. In molti vogliono sapere quanto guadagna Amadeus a Sanremo 2023 e, per la loro soddisfazione, c’è una risposta certa. Il contratto firmato dal direttore artistico con la Rai prevede un cachet fisso per ogni puntata condotta del Festival: 70mila euro a serata sul palco dell’Ariston. Ciò vuol dire che Sanremo 2023 farà guadagnare ad Amadeus ben 350mila euro. Un compenso basato sui risultati già ottenuti, l’importanza dell’evento e le leggi di mercato ma, per essere precisi, sarebbe un errore considerare tale cifra legata unicamente a 5 giorni di lavoro, considerando come l’organizzazione della kermesse musicale prevede mesi e mesi di impegno totale.

Sanremo 2023 quanto guadagnano i co-conduttori

Differente il discorso per Gianni Morandi, il cui impiego di fatto è limitato alle cinque prime serate e, nonostante questo, è riuscito a ottenere un cachet molto vicino a quello del direttore artistico: 60mila euro a puntata, ovvero 300mila euro totali. Sul palco ci saranno quattro co-conduttrici nei vari appuntamenti, a partire da Chiara Ferragni, scelta per aprire e chiudere l’evento. Pattuito per l’influencer un cachet di 50mila euro a serata, che diventano quindi 100mila euro totali per la moglie di Fedez. Secondo le indiscrezioni circa 25 mila andranno invece alla giornalista Francesca Fagnani, la pallavolista Paola Egonu e all’attrice Chiara Francini. A prescindere dal cachet, nel mirino degli haters c’è ora la villa di lusso che Chiara Ferragni ha affittato per sé, suo marito Fedez e i suoi figli Leone e Vittoria e tutto il loro staff, che comprende anche Luis Sal di Muschio Selvaggio e la crew del podcast. Impossibile non chiedersi, infine, quanto guadagnano i cantanti di Sanremo 2023. Quest’anno i Big in gara sono 28 e per loro non è previsto un vero e proprio cachet, bensì un indennizzo economico. Nessun premio in denaro per i primi tre in classifica, bensì gloria e il premio consegnato sul palco, per non parlare della visibilità garantita e la conseguente vendita di dischi e i passaggi in radio e gli stream in digitale. L’indennizzo economico per i cantanti è di circa 48mila euro, rimborso spese che potrebbe anche essere rivisto al rialzo in questa edizione.

Giancarlo Spinazzola

Giornalista professionista classe '87, diverse le esperienze maturate soprattutto in ambito sportivo. Inviato per il calciomercato e le Universiadi ma anche per eventi di politica interna ed esteri, dal vertice bilaterale Italia-Francia alle elezioni. Ex direttore di Road2Sport e F1world, sono redattore per varie testate web e collaboro nella redazione sportiva della tv regionale campana Canale 21