La mia banda suona il pop: chi erano i Popcorn nella realtà

La mia banda suona il pop: chi erano i Popcorn nella realtà

Chi sono i Popcorn band protagonista de La mia banda suona il pop, che fine hanno fatto e chi erano nella realtà

I Popcorn è il gruppo musicale protagonista del film La mia banda suona il pop. Ascoltando le canzoni presenti nella colonna sonora chi ha visto la pellicola diretta da Fausto Brizzi si domanda chi erano i Popcorn nella realtà e che fine hanno fatto. I quattro ex membri dei Popcorn sono interpretati da Christian De Sica, Massimo Ghini, Paolo Rossi e Angela Finocchiaro e la trama del film racconta la volontà da parte del miliardario russo Ivanov di fare una reunion in Russia. Nonostante all’apparenza la proposta sembra essere un sogno diventato realtà, dietro si nasconde una trappola che dovranno sventare. Nel film La mia banda suona il pop i Popcorn è considerata una delle band più influenti del loro tempo composta da quattro membri: Tony, Lucky, Micky e Jerry. Il gruppo inizia a farsi conoscere nel 1983 con il loro singolo “Tremendamente tu” e grazie alla loro musica divennero in breve tempo un’icona della musica italiana. Così come per tanti artisti che hanno superato i confini nazionali in quegli anni, anche i Popcorn ottennero una grande popolarità anche all’estero soprattutto in Russia dove appunto un magnate, grande fan, vuole una loro reunion. I quattro componenti se la passano davvero male a distanza di anni dal loro ultimo successo e la proposta, arrivata dal loro vecchio manager, è davvero interessante. I dettagli e le canzoni presenti nel film La mia banda suona il pop hanno fatto pensare a chi fossero i Popcorn nella realtà e a fugare ogni dubbio ci ha pensato il regista Fausto Brizzi.

La mia banda suona il pop: chi ha ispirato i Popcorn

I Popcorn non esistono nella realtà, sono frutto dell’immaginazione del regista del film con Christian De Sica. Per creare la storia, come raccontato dallo stesso Brizzi, ci si è ispirati alle tante reunion che nel corso degli ultimi anni hanno caratterizzato la scena musica nazionale e internazionale. Nello specifico il regista si è ispirato ai Pooh come spiegato in diverse interviste quando “si riunivano e si scioglievano” e ai Ricchi e Poveri, vero punto di riferimento. Per rendere tutto incredibilmente credibile, è stato inventato un Lp di fantasia dei Popcorn e per farlo ci si è ispirati a Umberto Tozzi e allo stesso gruppo di Sarà perché ti amo. Il frontman interpretato da Christian De Sica prende spunto da Ivano dei Cugini di Campagna, mentre le canzoni sono state scritte da Bruno Zambrini con un evidente richiamo agli anni Ottanta. Massimo Ghini, che interpreta uno dei componenti dei Popcorn, ha una capigliatura che ricorda molto Angelo Sotgiu proprio dei Ricchi e Poveri. Appare chiaro quindi che i Popcorn non sono esistiti nella realtà ma per immaginarli e crearli il regista ha preso ispirazione da diversi artisti che hanno un seguito importante anche in Russia proprio come avviene nel film. La reunion nell’ex Unione Sovietica fa riferimento ai tanti concerti di artisti come Pupo, Toto Cotugno e Al Bano, spettacoli che Natasha Stefanenko, presente nel cast del film La mia banda suona il pop, ha ricordato più volte perché ha spiegato negli anni 80 nei Paesi dell’Est era seguitissimo il Festival di Sanremo.

Copyright Image: ABContents