Federico Salvatore chi era causa morte: un dramma

Danilo Budite
19/04/2023

Federico Salvatore chi era causa morte: un dramma

Chi era Federico Salvatore cantante venuto a mancare all’età di 63 anni: la causa della morte e le sue canzoni più famose

Dopo una lunga battaglia a causa di una malattia, si è spento all’età di 63 anni Federico Salvatore, grande protagonista della canzone napoletana. La notizia della morte del cantante è stata data direttamente da sua moglie Flavia D’Alessio, la quale ha ripercorso i dolorosi mesi che lei e il marito hanno vissuto e ha raccontato che la morte del cantante è stata veloce, in un’ora il suo amato Federico se ne è andato lasciandole un dolore immenso. La causa della morte di Federico Salvatore sono le conseguenze  di una emorragia cerebrale che lo aveva colpito il 13 ottobre del 2021. Da quel momento ha cominciato un lungo e faticoso percorso di riabilitazione che però non è bastato a recuperare pienamente. Sono stati mesi, come ha raccontato la moglie Flavia, di speranze e preghiere, ma ora il cantante ha alzato bandiera bianca e, dopo aver valutato l’ipotesi di salutare Federico semplicemente con una cerimonia privata, la donna ha deciso di condividere anche con gli amici e con tutti i fan del cantante l’estremo addio, come sicuramente avrebbe voluto lo stesso artista. A corredo dell’annuncio della morte del marito, Flavia D’Alessio ha anche aggiunto che i funerali di Federico Salvatore si terranno martedì 20 aprile alle ore 12:30 nella Basilica di San Ciro ai Portici e in chiusura la donna ci ha tenuto a ringraziare medici e infermieri per il loro lavoro in questi mesi di convalescenza.

Federico Salvatore canzoni

Nato a Napoli il 17 settembre del 1959, Federico Salvatore è stato un grandissimo protagonista sia della canzone che del teatro napoletano. La sua verve artistica s’inizia a intravedere sin da piccolo, ad appena 8 anni il compianto artista impara da solo a suonare la chitarra e crescendo decide di dedicare tutta la sua vita alla musica, abbandonando gli studi. Comincia così per Federico Salvatore una lunga gavetta a teatro, dove inizia a farsi un nome grazie al suo straordinario talento e al suo eclettismo, arrivando nel 1994 ad apparire nel Maurizio Costanzo Show, un’esperienza che significa molto per la sua carriera. Proprio dalla seconda metà degli anni Novanta iniziano ad arrivare le canzoni più importanti di Federico Salvatore, da Sulla porta, brano portate a Sanremo nel 1996 e che gli vale un tredicesimo posto, ad Azz, Azz Vacanze e i brani appartenenti al filone degli incidenti, uniti tutti quanti da una forte verve umoristica e dal racconto di simpatici episodi, in cui la canzone viene mescolata al cabaret con un impianto fortemente teatrale. L’umorismo e l’istrionismo sono sempre stati, infatti, la cifra distintiva di Federico Salvatore, che nella sua carriera ha realizzato ben 15 album, ottenendo grande successo soprattutto in scena, dove l’artista poteva aggiungere alle sue canzoni anche quel tocco di recital che sicuramente era in grado di arricchire le performance e il significato dei brani. Al fianco di questa vena ironica e comica, soprattutto nella tarda composizione ha iniziato a emergere anche una certa critica sociale, con testi più impegnati e temi importanti come la fede, il pregiudizio e la psicologia umana, che hanno cominciato ad affiorare con sempre maggiore insistenza nella produzione dell’artista. Con la morte di Federico Salvatore il mondo della musica perde sicuramente un suo grande protagonista, la cui eredità rimarrà però sempre viva con le sue canzoni più famose.

Copyright Image: ABContents