Gianmarco Carroccia chi è che canta Battisti

Gianmarco Carroccia chi è che canta Battisti

Gianmarco Carroccia è l’allievo di Mogol che imita Lucio Battisti: un sosia nella voce e nell’immagine

Come tutte le grandi icone della musica pop, anche Lucio Battisti ha i suoi sosia e imitatori e tra questi il più celebre e apprezzato è senza dubbio Gianmarco Carroccia. Le canzoni di Lucio Battisti sono classici immortali che ancora oggi appassionano e coinvolgono ascoltatori di ogni età. Successi come Balla Linda, Un’avventura, Acqua azzurra acqua chiara, Mi ritorni in mente, La canzone del sole e Il mio canto libero continuano a essere cantate in diverse occasioni e questo racconta bene l’influsso culturale che ha avuto il cantante laziale, scomparso prematuramente a Milano nel 1998. Gianmarco Carroccia ha acquisito grazie agli insegnamenti di Mogol competenze musicali che a molti ricordano nella voce e nell’aspetto quelle di Battisti a tal punto che in molti lo ritengono un sosia. Nato a Fondi, in provincia di Latina, il 10 agosto 1988, Gianmarco Carroccia è stato appassionato dalla musica fin da quando aveva appena 5 anni ammaliato dalla voce di Riccardo Cocciante e viene colpito in particolar modo anche dai brani di Adriano Celentano e, appunto, Lucio Battisti.

A 14 anni ha incominciato a prendere lezioni di chitarra e a comporre le sue prime canzoni e nel frattempo ha preso un diploma d’Istituto Commerciale per poi laurearsi nel 2011 in Management e Diritto d’Impresa all’Università La Sapienza di Roma. La sua carriera musicale si è sviluppata in parallelo, prendendo parte a eventi come il Festival di Castrocaro e il Cantagiro. Un’esperienza fondamentale della sua vita artistica è senza dubbio quella passata come studente del CET, il Centro Europeo di Toscolano, ovvero la scuola diretta proprio da Mogol, il celebre paroliere di Lucio Battisti. Qui, Gianmarco Carroccia si è diplomato come autore di testi, e dopo le prime esperienze musicali nel 2014 ha iniziato a collaborare proprio con l’autore di straordinari successi che hanno fatto la storia della musica. Nel giro di un anno è arrivato anche a firmare il suo primo contratto discografico. Oggi la sua carriera si concentra soprattutto nel riportare in scena il repertorio di Battisti e Mogol attraverso i suoi tributi e le sue cover, ma Gianmarco Carroccia si occupa anche di realizzare canzoni originali.

Gianmarco Carroccia vita privata

Se la sua vita artistica è molto densa e piena di progetti, quella privata è invece abbastanza oscura, almeno per i media. Non sappiamo se Gianmarco Carroccia sia fidanzato, e dal suo profilo Instagram non riusciamo a cogliere alcun indizio, visto che il cantante laziale pubblica solamente contenuti relativi al suo lavoro. Sappiamo solamente che ha un fratello, di nome Pierluca, ma non è noto se sia più grande o più piccolo di lui. Tra le sue passioni oltre ovviamente alla musica c’è anche l’equitazione e l’amore per i cani infatti ha un labrador nero. Ciò che traspare dai suoi social è che si è dedicato anima e corpo alla musica e soprattutto a studiare nei minimi dettagli il personaggio di Lucio Battisti. Una somiglianza così palese che Carlo Conti ha scelto lui per l’edizione 2023 de I Migliori Anni dove in un blocco nostalgia interpreta i grandi successi del cantautore. La sua canzone preferita di Lucio Battisti è Emozioni.

Copyright Image: ABContents