Case discografiche Amici 2023: rimarrete stupiti dalle scelte

Claudio Cafarelli
14/05/2023

Case discografiche Amici 2023: rimarrete stupiti dalle scelte

Quali sono le case discografiche dei finalisti di Amici 2023 e di chi è riuscito ad arrivare ad un passo dalla finale

Non è come due anni fa e chi si aspettava le major discografiche dopo tanti proclami rimarrà amaramente deluso. I finalisti di Amici 2023 non hanno attirato per il momento le grandi case discografiche che la fanno da padrone nel settore ma comunque possono ritenersi soddisfatti in vista del futuro. Ovviamente come da pronostici, chi ha conquistato gran parte degli interessi è stata Angelina Mango che ha debuttato ad Amici con il singolo Voglia di Vivere, canzone più ascoltata nelle piattaforme streaming di tutta l’edizione del talent di Maria De Filippi. Per la figlia del grande Mango e dell’altrettanto artista Laura Valente, tantissimi complimenti per il suo percorso e attestati di stima anche da parte di altri artisti che hanno notato la sua capacità di emozionare e saper stare sul palco come performer. Il suo primo EP, Voglia di vivere, è prodotto da La Tarma Records e la 21CO. La prima è l’etichetta discografica di Marta Donà, già manager di Marco Mengoni, mentre la 21Co è l’etichetta di proprietà di Maria De Filippi che ha debuttato lo scorso anno mettendo sotto contratto Luigi Strangis e Alex W. L’EP di Angelina Mango è in licenza BMG e contiene tra le canzoni anche i singoli finora pubblicati, Voglia di vivere, Ci pensiamo domani e Mani Vuote. L’altro finalista di Amici 2023, Wax, è invece sotto contratto della 21CO e in licenza Warner, un bel traguardo per l’artista che ha fatto parte della squadra di Arisa e che si presenta al grande pubblico con l’EP omonimo dove si possono ascoltare i singoli Anni 70, Grazie, Ballerine e guantoni e Turista per sempre.

Case discografiche Amici 2023 Aaron e Cricca

Ad un passo dalla finale, Aaron ha dovuto lasciare la scuola per un soffio battuto da Wax. Il cantante di Nocera Umbra si è però distinto nel suo percorso ad Amici 2023 per un timbro vocale decisamente riconoscibile e per l’ottimo riscontro del primo singolo Universale. Dopo l’uscita dalla scuola di Maria De Filippi, Aaron è stato messo sotto contratto dall’etichetta Artist First che annovera i cantanti anche Gazzelle e gli Zero Assoluto. L’EP del biondo cantante si chiama proprio Universale e contiene oltre allo stesso singolo anche Visione Led, Mi prenderò cura di te e Baciami e Ballami, canzoni già ascoltate durante la sua permanenza ad Amici 2023. Chi ha sognato l’incredibile finale è stato sicuramente Cricca che dopo aver perso il posto nella scuola a dicembre, è rientrato, caso unico nella storia del talent, e settimana dopo settimana è riuscito a farsi notare. Per lui però non si hanno ancora ufficialità fronte contratti discografici, stesso discorso per NDG e Federica. Per quanto riguarda invece Niveo, eliminato nell’ultima appuntamento prima del serale, c’è la Formica dischi, etichetta con il quale aveva già un accordo prima di partecipare ad Amici. Possibile però per i cantanti che non hanno ancora un contratto che le porte di qualche casa discografica si apriranno nelle prossime settimane. Già in passato ci sono stati allievi che hanno atteso più del solito prima di legarsi ad un’etichetta.

Copyright Image: ABContents