La voce che hai dentro è la storia di Massimo Ranieri

Claudio Cafarelli
14/09/2023

La voce che hai dentro è la storia di Massimo Ranieri
Fonte Instagram

La fiction di Canale 5 dal titolo La voce che hai dentro con protagonista Massimo Ranieri è un soggetto scritto proprio dall’artista

Che Massimo Ranieri fosse un artista eclettico era già noto al grande pubblico ma con La voce che hai dentro ha deciso di raccontare la sua storia a soggetto. Ha esordito nella sua lunga carriera come cantante diventando ben presto uno dei più grandi macinatori di successi delle kermesse musicali degli anni Sessanta. Da Canzonissima al Musichiere passando poi al Festival di Sanremo ha sfornato tormentoni uno dopo l’altro come Se Bruciasse la città, Erba di casa mia, Rose Rosse e Perdere l’amore. Già così poteva bastare e invece no, nel corso degli anni ha dimostrato di essere un performer showman sopraffino così da giovane Massimo Ranieri ha prestato il volto a diversi film tra cui Salvo D’Acquisto, Metello e Cerca di capirmi. Per la Rai ha interpretato invece diverse commedie del mostro sacro del teatro napoletano, nazionale e internazionale come Eduardo De Filippo. Ha infatti messo in scena nel taglio di film tv Napoli Milionaria, Questi Fantasmi e Natale in Casa Cupiello. Prima di dedicarsi alla fiction ha anche dato il meglio di sé in diverse tournée teatrali riadattate anche sul piccolo schermo, basti citare il successo di Sogno o son desto che è diventato uno spettacolo cult che ancora oggi porta sul palcoscenico dopo anni.

Massimo Ranieri e la storia di La voce che hai dentro

In pochi sanno che Massimo Ranieri si è “divertito” ad essere anche sceneggiatore, commediografo e scrittore di serie. L’occasione per fare il suo esordio in questo inedito ruolo è con la fiction di canale 5 La voce che hai dentro che nasce da un soggetto proprio del cantante e attore e che risale ai primi anni Duemila. Il personaggio di Michele Ferrara, ovvero il discografico che deve ricominciare da zero la sua vita dopo essere stato in carcere per dieci anni perché accusato di aver ucciso suo padre, gli è venuto in mente durante dei casting. La scintilla è nata quando ha potuto assistere ai provini di alcuni giovani che si cimentavano per le prime volte e sognavano di entrare nel mondo dello spettacolo. L’emozione provata nel vedere il desiderio di questi ragazzi nel coltivare i propri sogni ha spinto Massimo Ranieri a ideare quello che è il soggetto di La voce che hai dentro. Una storia che lo stesso artista ha voluto interpretare in prima persona perché si rivede molto nella capacità da parte della giovane artista che vuole produrre nella fiction di voler sfondare nel mondo della musica. Inoltre lo stesso Massimo Ranieri ha potuto girare alcune scene proprio nei luoghi dove è nata la sua carriera, una sorta di omaggio a se stesso dopo tanti anni e un’esperienza emozionante che lo ha commosso. Chissà se in futuro, dato che questo soggetto che ha portato a La voce che hai dentro lo aveva già proposto in diverse occasioni ed è stato poi accettato da Mediaset, il cantante di Perdere l’amore deciderà di continuare a scrivere per il piccolo schermo oltre a proseguire la sua carriera in teatro e discografica.

Copyright Image: ABContents