The Voice Kids 2023 è in diretta o registrato?

Claudio Cafarelli
01/12/2023

The Voice Kids 2023 è in diretta o registrato?
Photo Credits: Image Photo Agency

Come può non essere registrato The Voice Kids 2023 se sono i giudici a dover scegliere chi far qualificare alla fase finale e chi eliminare?

La domanda è retorica ma alquanto importante da porsi di fronte ai cavalli di battaglia del tubo catodico italiano e questa volta tocca a The Voice Kids 2023: è registrato o è in diretta? A differenza di altri programmi televisivi c’è una delicata questione dietro l’accorta scelta della Rai che è poi la stessa del competitor Io Canto Generation. Il programma di Antonella Clerici con i bambini che cantano che rimanda al suo Ti lascio una canzone che ha lanciato Il Volo inizia alle 21.30 e finisce a mezzanotte e l’orario è il problema principale che obbliga ad una decisione ben precisa. C’è infatti una legge che deve essere rispettata pedissequamente che porta a gravi conseguenze sia a chi fa parte di una trasmissione che a chi la produce e a chi la mette in onda, quindi in questo caso la Rai. Si tratta della legge 653 del 26 aprile 1934 che stabilisce il divieto di lavoro notturno per i minori, intendendo per notturno dalle 22 alle 5 o almeno 11 ore consecutive. Quindi chiunque sia minorenne, e quindi non ha compiuto i 18 anni di età, dopo mezzanotte non può comparire in tv. Il ragionamento è semplice quindi perché avendo i bambini di The Voice Kids 2023 meno di 18 anni non potrebbero restare in onda oltre mezzanotte. Infatti avendo firmato un contratto per partecipare al programma di Antonella Clerici, risulta una prestazione professionale e quindi lavoro notturno come detto in precedenza. Per questo The Voice Kids 2023 è registrato e i bambini compaiono in tv anche dopo mezzanotte per un motivo semplice: la trasmissione viene girata di giorno e quindi non risulta essere un lavoro notturno come invece è in live.

The Voice Kids 2023 regolamento minori

Proprio quest’anno si è avuta dimostrazione di quanto la legge venga rispettata dalle tv, infatti è stato eclatante il caso del vincitore di Tu sì que vales 2023, Samuele Palumbo, 12 anni quindi minorenne, che non ha potuto assistere alla sua proclamazione e esultare per la vittoria. Al suo posto era presente un cartonato e la mamma che ha rappresentato il giovane violinista. In passato è accaduto anche in qualche edizione di X Factor dove a vincere è stato un minore, basti ricordare Francesca Michielin, e quest’anno con Gaetano De Caro, eliminato in una delle prime puntate dei live del talent. Proprio per questo motivo The Voice Kids 2023 è registrato e non è in diretta e le riprese sono state effettuate agli studi 2000 del Centro di Produzione Rai di Via Mecenate a Milano. Nonostante questo dettaglio il successo della trasmissione è evidente, infatti la prima edizione del programma di Antonella Clerici era andata in onda lo scorso anno come test probante. Gli ascolti hanno premiato il talent e così anche nel 2023 è tornato in palinsesto, un riscontro così importante da spingere Mediaset a proporre il suo format dopo ben 14 anni. Lo scorso anno a vincere The Voice Kids è stata Melissa Aiottone di 12 anni cantando in finale Shallow di Lady Gaga e Bradley Cooper.

Copyright Image: ABContents