domenica, Gennaio 23, 2022

Latest Posts

Pino Donaggio oggi | Morte della moglie | canzoni

Pino Donaggio è un celebre cantante e compositore italiano, nato il 24 novembre 1941. Il suo nome potrebbe non dire molto alle nuove generazioni ma anche loro avranno di certo ascoltato il suo brano più famoso: Io che non vivo (senza te). Una canzone che nelle sue varie versioni e cover ha venduto più di 80 milioni di copie in tutto il mondo.

LEGGI: Chi è in nomination al Grande Fratello Vip | chi è uscito 8 novembre

Chi è Pino Donaggio

Pino Donaggio, all’anagrafe Giuseppe, è cresciuto in una famiglia di musicisti. Basti pensare che suo padre, Italo, aveva collaborato anche con Sergio Endrigo. Studia violino e il maestro Claudio Abbado lo vuole nell’orchestra I Solisti di Milano.

Nel corso degli anni ’50 è impegnato nella stesura di brani per altri cantanti ma tutto cambia nel 1959. Scopre il rock ‘n’ roll e incide i primi dischi. Fa il proprio debutto al Festival di Sanremo nel 1961 con Come sinfonia, rieseguito da Teddy Reno. Un grande successo inciso in seguito anche da Mina. Ottiene il terzo posto a Sanremo nel 1963, portando un intrigante twist. È ancora sul palco l’anno dopo e in quello successivo, quando presenta Io che non vivo (senza te). Una hit mondiale, incisa anche da Dusty Springfield, modificando il titolo in You Don’t Have to Say You Love Me. In questa versione tanti artisti vogliono farla propria, compreso Elvis Presley.

Nel corso della sua lunga carriera è anche stato impegnato come autore di colonne sonore. Grande il suo successo in quest’ambito. Ha infatti collaborato con registi come Brian De Palma (ben 7 film), con pellicole come Omicidio a Luci Rosse e Vestito per uccidere. All’elenco si aggiungono anche nomi enormi del cinema italiano come Dario Argento e Pupi Avati.

Pino Donaggio, Morte della moglie

La sua formazione classica gli ha consentito di dar sfoggio del proprio talento nel mondo cinematografico e televisivo. Le sue colonne sonore sono ampiamente apprezzate da pubblico e critica. Sul fronte americano vi sono titoli come Blow Out di Brian de Palma e Il figlio di Chucky di Don Mancini.

Guardando all’Italia, invece, ha collaborato a Monella di Tinto Brass, Trauma di Dario Argento e molti altri. Impegnato anche sul fronte televisivo. Basti pensare a Il sistema, miniserie del 2016 con Claudio Gioè e Lino Guanciale. Il pubblico ha particolarmente apprezzato Morte della moglie, brano strumentale della colonna sonora della produzione. Un vero successo.

LEGGI: Sophie Codegoni prima e dopo chirurgia | FOTO

Le canzoni più famose

Impossibile non sottolineare come Io che non vivo (senza te) gli abbia cambiato la vita. La carriera di Pino Donaggio non è più stata la stessa da allora. Da Dusty Springfield a Elvis Presley, il mondo lo ha conosciuto e voleva omaggiare quel brano a ogni costo.

Nel 2004 Rolling Stone l’ha anche inserita tra le 500 canzoni più belle di sempre: “Un’enorme soddisfazione. Una melodia scritta a casa mia, sul mio pianoforte e dedicata alla mia ragazza d’allora, poi divenuta mia moglie. In quella lista non c’erano Nel blu dipinto di blu o Quando quando quando. C’era la mia”.

Ecco alcuni dei suoi singoli di maggior successo:

  • Io che non vivo (senza te)
  • Come sinfonia/Il cane di stoffa
  • Le solite cose/La domenica sera

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI

Latest Posts

Don't Miss