Un viaggio a quattro zampe: è una storia vera? Il cane esiste

- Advertisement -

L’avventura di Bella, tratta dal romanzo di Bruce Cameron del 2017, ha commosso gli appassionati del genere. Scopriamo se Un viaggio a quattro zampe è una storia vera

Un viaggio a quattro zampe è un film del 2017 tratto dal romanzo del noto scrittore W. Bruce Cameron, appassionato di cani. La trama della pellicola racconta l’avventura di Bella, cagnolina trovata per caso da una coppia di fidanzati, Lucas e Olivia. Essendo illegale possedere questa razza di cane, la coppia decide a malincuore di affidarla a degli amici. Il commovente viaggio a quattro zampe è proprio il percorso che affronta noncurante dei pericoli la nostra Bella.

LEGGI ANCHE: Un viaggio a quattro zampe: la razza del cane Bella e dei suoi simpatici amici

Un viaggio a quattro zampe storia vera

La bellezza e l’emozione che percepisce lo spettatore guardando “Un viaggio a quattro zampe” lascia il dubbio che il libro e la stessa pellicola siano tratti da una storia vera. No, non è così, il film non si ispira a nessun fatto reale e quindi apparentemente non è una storia vera. Però come è d’uso nel cinema, ogni storia inventata che abbia un’emotività forte è sempre specchio della realtà e quindi verisimile.

Prima di tutto, il cane che interpreta Bella è una cagnolina di nome Shelby, anche lei una randagia che è stata abbandonata e che, dopo le riprese del film, ha iniziato ad aiutare anziani e bambini negli ospedali. Non solo, non è difficile immagine nell’epoca in cui c’è un alto tasso di abbandono di animali domestici, che questa storia racconti la crudeltà di chi si disfa del migliore amico dell’uomo. La sagacia del racconto è che è a ruoli invertiti. Il dramma della solitudine di Bella non è rappresentato da uno squallido episodio di abbandono, ma è il contrario. I padroni devono lasciarla per salvarla e così nasce questo percorso di vita che è testimonianza della realtà stessa.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI