Una famiglia vincente – King Richard, perché Will Smith può vincere agli Oscar 2022

Una famiglia vincente – King Richard, perché Will Smith può vincere agli Oscar 2022

Una famiglia vincente – King Richard racconta l’incredibile storia delle sorelle Venus e Serena Williams. Vi spieghiamo perché Will Smith può puntare all’Oscar

Una famiglia vincente – King Richard potrebbe essere la chance a lungo attesa da Will Smith per vincere l’Oscar? Nel film interpreta il padre tanto discusso delle sorelle Williams. La critica lo esalta e i fan attendono con ansia l’annuncio delle nomination dell’Academy.

LEGGI ANCHE: Lina Wertmuller chi è la regista premio Oscar: i migliori film

Una famiglia vincente – King Richard, trama e cast

La storia delle sorelle Venus e Serena Williams, campionesse assolute del tennis. Sin racconta della figura del padre, Richard Williams, che è stato loro allenatore fin dall’infanzia. Le ha allenate duramente per trasformarle in campionesse. Tanta sofferenza e un rapporto conflittuale, con l’uomo che era prima coach e poi padre. Tutto ciò con un obiettivo in mente: superare ciò che la vita sembra avere in serbo per loro.

Le due sorelle sono nate e cresciute a Compton e il loro destino sembrava segnato. Fin da piccole hanno però lottato per venir fuori dal quartiere più malfamato di Los Angeles, dall’elevato tasso di criminalità. Richard, nonostante non avesse preparazione alcuna, ha iniziato ad allenarle, formandole e credendo nel sogno di vederle un giorno trionfare sul tetto del mondo.

Will Smith Oscar 2022

La critica esalta l’interpretazione di Will Smith in Una famiglia vincente – King Richard. Dopo le prime critiche da parte dei fan, che ritenevano “troppo chiaro” per il ruolo, il risultato finale pare eccellente. Il film è uscito al cinema giovedì 13 gennaio 2022 e potrebbe condurre l’ormai ex Principe di Bel-Air dritto agli Oscar. Statuetta sfiorata con Ali e La ricerca della felicità, ormai molti anni fa, ma stavolta potrebbe giungere la tanto attesa combo nomination e vittoria.

Questo ruolo è stato voluto fortemente da Will Smith, che ha riversato nell’interpretazione molti dei propri demoni. Come si legge nella sua autobiografia, Will, il suo rapporto con il padre è stato a dir poco conflittuale (ha confessato d’aver pensato di uccidere il padre). L’uomo, scomparso nel 2016, era in apparenza un uomo perfetto. Nel privato, però, beveva e picchiava sua moglie. Per questo motivo la figura paterna di Richard Williams, rigoroso e duro, a volte maniacale con le figlie Venus e Serena, è stata importante per riuscire a elaborare al meglio quanto vissuto da lui in prima persona.

Un set che si è tramutato in una lunga sessione terapeutica. L’attore crede tanto nella riuscita di questa pellicola da essere coinvolto anche come produttore: “La forza di questa storia è che ruota intorno a un sogno impossibile. Tutti noi ne abbiamo. Cose che faremmo se avessimo pensato di poterci riuscire, se ci avessimo creduto. La storia di Richard e di questa famiglia fa parte del sogno americano. Ci sono davvero pochi posti nel mondo in cui Venus e Serena avrebbero potuto emergere. Questa è una storia che racconta il desiderio di superare i propri limiti”.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI