C’è posta per te, colpo di scena tra padre e figlia: sorpresa Emad per Vivienne

- Advertisement -

Cosa è successo dopo la puntata di C’è Posta per te? Scopriamo se il papà di origine egiziane Emad ha fatto pace con sua figlia Vivienne di Palermo

A C’è Posta Per Te nulla è come sembra. A tener banco è la storia toccante di Vivienne. La ragazza di origini egiziane, che ha sempre vissuto a Palermo, ha inviato una lettera a suo padre Emad per chiedergli di essere “perdonata”. La ragazza infatti quando aveva 21 anni è rimasta in incinta, senza essere sposata e trascurando l’Università da interprete, come desiderava il suo papà. Emad non ha mai perdonato la scelta di sua figlia.

Nonostante lei abbia chiesto di mettere una pietra sopra sulla vicenda e di accompagnarla all’altare il giorno del suo matrimonio, nonostante Maria de filippi abbia letto anche un passaggio del Corano, il padre non ha aperto la busta. Emad, mal visto dal pubblico in studio, è andato via insieme alla compagna Tiziana. Sembrava finita qui, invece un dettaglio non da poco lascia pensare che per papà e figlia ci sia stato il lieto fine. Ripercorriamo i fatti.

LEGGI: Can Yaman fidanzata: le ultime notizie hanno dell’incredibile

La storia di Vivienne e Emad

Vivienne è cresciuta a Palermo e quando aveva 12 anni i suoi genitori si sono separati. Il papà Emad è andato a vivere in un luogo segreto, nemmeno lei sapeva dove fosse. Tra i due c’era un rapporto bellissimo e anche dopo la separazione il papà le era sempre accanto. Sia per motivi religiosi, sono di origini egiziane e quindi islamiche, sia per i valori con cui sono cresciuti da generazioni, il papà era molto severo sul fronte ragazzi. Quando Vivienne si è fidanzata non ha avuto il coraggio di dirlo al padre, preoccupata di poterlo perdere. Così un giorno ha raccontato di avere una storia mostrandogli l’anello, ma il fidanzato e attuale marito non glielo ha mai presentato.

Dopo qualche mese, all’età di 21 anni, è rimasta incinta della sua prima figlia senza essere sposata. Avendo paura anche in questa occasione di perdere il papà e il rapporto splendido che aveva con lui, ha tenuto nascosta la gravidanza. Ovviamente Emad vedendola in abiti larghi e con le forme più arrotondate ha capito subito che sua figlia era in stato interessante. Sentendosi ingannato e ritenendo che Vivienne abbia disonorato la sua cultura e i suoi valori è sparito dalla sua vita.

Per 12 anni fino alla puntata di C’è posta per te del 15 gennaio non l’ha “perdonata”, nè ha voluto conoscere le sue tre nipotine di 12, 7 e 3 anni. Come abbiamo ribadito non ha aperto nemmeno la busta ed è andato via senza incontrare sua Vivienne. Ha detto però una frase particolare che aveva bisogno di tempo per poter accettare quello che era accaduto, affinché la ferita si rimarginasse. Sembra che quel tempo sia passato e che il perdono sia arrivato.

Il gesto di Emad

Emad, il papà di origini egiziane di C’è posta per te, ha accettato la richiesta di amicizia su Facebook di sua figlia Vivienne. Per molti potrebbe non significare nulla, ma per un papà che ha chiuso con la figlia e che non ha più voluto sentir parlare di lei potrebbe essere un gesto di apertura nei suoi confronti.

Non sappiamo se davvero Vivienne ed Emad  hanno fatto pace e si sono riconciliati, né sappiamo se ha conosciuto di persona le sue tre nipotine. Questo gesto social può essere però interpretato come un primo passo verso un percorso di vita insieme.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI