Che lingua parlano i Minions: perché parlano così

- Advertisement -

La saga cattivissimo me spopola in TV e sulle piattaforme streaming. I Minions sono di sicuro i personaggi più interessanti ma che lingua parlano?

In cattivissimo me a divertire il pubblico sono da sempre i Minions. Questi simpatici personaggi della saga animata sono gli scagnozzi di Gru, abitano insieme al protagonista ma sono sempre esistiti nel corso dei secoli. Gialli, simpatici e sempre fedeli al loro temibile capo, parlano in una lingua diversa da quella comune.

Il loro linguaggio in codice è comprensibile non solo per la loro tribù, a capirli al volo è anche Gru. Da casa, diciamolo, riusciamo a captare spesso il significato delle loro frasi. Più difficile, invece, interpretare e tradurre una frase completa. Così ci si chiede: che lingua parlano i Minions? Scopriamolo insieme grazie ai creatori del loro linguaggio.

Leggi anche: Cattivissimo me, come finisce? Cosa accade a Gru e ai suoi Minion

Che lingua parlano i Minions: da dove deriva

I simpatici Collaboratori piccoli e gialli di Gru solo in apparenza comunicano con un linguaggio artificiale. I Minions parlano una lingua che mixa diversi idiomi: inglese, spagnolo, francese, giapponese e coreano. Lo stesso creatore della lingua dei Minions, il regista Pierre Coffin, ha detto che l’idea iniziale era quella di creare un vero e proprio linguaggio inventato per questi personaggi, una sorta di mignonese.Poi per rendere più fruibile e comprensibile il modo di comunicare degli scagnozzi di Gru al pubblico, si è preferito utilizzare una tecnica particolare.

Nella saga cattivissimo me per creare il linguaggio dei Minions si parte dall’inglese. Dopo che è stata composta una frase in questa lingua la si contamina sostituendo alcune parole in altre lingue, quelle sopracitate. Ovviamente il linguaggio dei piccoli amici gialli del protagonista varia in base al paese in cui viene doppiato il film. Così, ad esempio, in Italia e in Spagna viene maggiormente utilizzato il castigliano, di maggior comprensione. Non a caso diverse frasi sono in simil italiano: Arrivederci: Bananonina! Papaya (che tradotto viene utilizzato come l’aggettivo bello). Lo stesso significato della parola Minions è particolare, è un adattamento dal francese mignon che significa piccolo.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI