Le Vibrazioni perché si chiamano così e chi sono i componenti del gruppo

Le Vibrazioni perché si chiamano così e chi sono i componenti del gruppo

Le Vibrazioni sono tra i protagonisti del Festival di Sanremo 2022: chi sono i componenti della band e a cosa si deve il loro nome.

Dopo il grande successo di due anni fa, Le Vibrazioni tornano al Festival di Sanremo. Nel 2020, la band ottenne un ottimo quarto posto col brano Dov’è, ora con Tantissimo vuole puntare al podio della kermesse musicale. Riunitosi nel 2017 dopo lo scioglimento del 2012, il gruppo è una delle band più apprezzate del panorama musicale italiano: vediamo chi sono i componenti del gruppo e perché si chiamano così.

LEGGI ANCHE: Tantissimo Le Vibrazioni testo e significato Sanremo 2022

Le Vibrazioni, chi sono e perché si chiamano così

L’esordio della band risale al 2003, col singolo Dedicato a te che diventa subito un grandissimo successo. La formazione del gruppo è cambiata pochissimo nel corso degli anni: dalla fondazione ad oggi, la band annovera tra le proprie fila Francesco Sarcina alla voce, Stefano Verderi alla chitarra, Marco Castellani al basso e Alessandro Deidda alla batteria. L’unico cambiamento è avvenuto tra il 2008 e il 2012, con Emanuele Gardossi che ha sostituito Marco Castellani al basso. Col ritorno sulle scene nel 2017, Castellani ha ripreso il suo posto.

Le Vibrazioni hanno segnato con decisione un periodo molto ampio della musica italiana: il primo decennio degli anni 2000 in maniera particolare, e ora sono tornati alla ribalta con decisione. Il nome del gruppo rimanda all’anima rock che contraddistingue la musica della band e inoltre ha dato il nome ai primi due album in studio realizzati da Sarcina e compagni tra il 2003 e il 2005.

Quella di quest’anno è la quarta esperienza al Festival di Sanremo per la band, che ha partecipato per la prima volta nel 2005, per poi replicare l’esperienza sia nel 2018 che nel 2020. Ora, arriva la terza avventura in cinque anni per il gruppo.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI