Oscar 2022, King Richard: trama, cast e differenze con la storia vera

- Advertisement -

La storia delle sorelle Venus e Serena Williams ha dell’incredibile. Sembra realmente il frutto di una sceneggiatura cinematografica. Quasi stupisce che si sia atteso tanto per realizzarne un film. Il protagonista Will Smith interpreta il ruolo di Richard Williams, padre delle due tenniste, ma soprattutto loro allenatore. King Richard è forse la vera grande speranza (ultima?) per l’attore di vincere un Academy Award?

Una famiglia vincente – King Richard è uno dei film in corsa per gli Oscar 2022. Sei le nomination ricevute, tra cui quella per il miglior attore protagonista e la miglior attrice non protagonista, ovvero Will Smith e Aunjanue Ellis.

Una famiglia vincente – King Richard, trama e cast

Il film propone al pubblico la storia vera delle sorelle Venus e Serena Williams, dagli allenamenti casalinghi ai primi successi a livello professionistico. L’attenzione viene riposta principalmente sulla figura del padre e allenatore delle due, Richard Williams, che ha un piano ben preciso in mente per riuscire a trasformarle nelle campionesse che oggi il mondo ben conosce.

Pronto a tutto pur di tenere le sue figlie lontane dal mondo cruento di Compton, malfamato quartiere di Los Angeles, e spingerle verso la gloria, pur tutelandole dai riflettori.

Il mondo dello sport si confronterà con un modo ben differente di approcciare al tennis. Sarà Richard a dettare le regole, fino alla gloria tanto attesa. Una storia che mescola fatti reali e sprazzi di sceneggiatura originale, offrendo forse una versione migliore del genitore rispetto alla realtà e restituendo a Hollywood uno spettacolare Will Smith.

Ecco il cast di Una famiglia vincente – King Richard:

  • Will Smith: Richard Williams
  • Aunjanue Ellis: Oracene “Brandi” Williams
  • Saniyya Sidney: Venus Williams
  • Demi Singleton: Serena Williams
  • Tony Goldwyn: Paul Cohen
  • Jon Bernthal: Rick Macci
  • Andy Bean: Laird Stabler
  • Kevin Dunn: Vic Braden
  • Dylan McDermott: Will Hodges
  • Mikayla LaShae Bartholomew: Tunde Price
  • Danielle Lawson: Isha Price
  • Layla Crawford: Lyndrea Price
  • Rich Sommer: Patrick Dougherty
  • Brad Greenquist: Bud Collins
  • Erika Ringor: Sig.ra Strickland
  • Eman Esfandi: Barry
  • Jessica Wacnik: Jennifer Capriati
  • Christopher Wallinger: John McEnroe
  • Chase Del Rey: Pete Sampras
  • Kaitlyn Christian: Shaun Stafford
  • Marcela Zacarías: Arantxa Sánchez Vicario

Una famiglia vincente – King Richard, differenze con la storia vera

Una famiglia vincente – King Richard è una storia vera ma il film non è esattamente aderente alla realtà. La pellicola propone una versione dei fatti decisamente edulcorata, smussando gli angoli del carattere di Richard Williams. Non si tratta di un documentario ed è dunque comprensibile il fatto che lo script si prenda svariate libertà rispetto a quanto accaduto realmente. Venus e Serena compaiono come produttrici (così come Will Smith) e hanno dato la propria benedizione al progetto. Detto questo, vediamo quali sono le principali differenze tra film e storia vera:

  • Richard Williams aveva in effetti un piano ben delineato di 85 pagine per spingere le sue figlie al successo. Questo, in realtà, era stato realizzato prima del loro concepimento. Il genitore decise di avere le due proprio nella speranza di realizzare questo sogno. La loro vita è stata programmata già prima che venissero al mondo.
  • In nessuna intervista l’uomo ha mai spiegato d’aver spinto le figlie in questo mondo anche per offrire un modello positivo alle giovani ragazze nere d’America, considerando il dominio bianco in questo ambito. Le prospettive economiche vantaggiose sono invece state al centro di svariate sue dichiarazioni.
  • Nel film non si cita il fatto che Isha Price avesse ambizioni tennistiche. Il suo sogno è stato interrotto da un infortunio alla schiena.
  • I metodi estremi d’allenamento di Richard sono reali. Isha Price ha spiegato come le ragazze dovessero svegliarsi alle 6 di mattina e allenarsi prima di andare a scuola, per poi tornare sul campo all’uscita. Nel film non si fa però riferimento al tipo di educazione impartita. Alle ragazze era vietato severamente frequentare ragazzi. Il terrore che una di loro restasse incinta, rovinando così le proprie prospettive future, sportive e non, era altissimo nel padre.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI