Michela Giraud, speciale Netflix: il duro racconto di una vita salvata dalle risate

- Advertisement -

Michela Giraud arriva su Netflix con uno speciale di stand-up comedy. Il grande salto lo ha compiuto ormai da tempo e questa ciliegina è l’ennesima conferma di una carriera in rapida ascesa che ne fa un personaggio amatissimo. Il suo show, La verità, te lo giuro, è un concentrato della sua vita, come lei stessa ha spiegato.

Ecco quando sarà disponibile lo speciale di stand-up comedy di Michela Giraud e cosa aspettarsi da questo show. Un live registrato dinanzi a un pubblico estasiato dalla sua comicità verace. I suoi tempi sono come sempre ottimi e le sue storie pungenti e terribilmente reali.

LEGGI ANCHE: Netflix, cosa vedere ad Aprile 2022

Michela Giraud, speciale Netflix: quando esce e dove vedere

Mercoledì 6 aprile è la data dell’arrivo di La verità, lo giuro, lo speciale di stand-up comedy di Michela Giraud. L’approdo su Netflix è previsto per le ore 9.00 e per apprezzare lo show non si dovrà far altro che accedere al proprio profilo sulla piattaforma streaming. Questa è visibile su tutti i dispositivi: smartphone, tablet, computer, console e Smart TV.

Michela Giraud speciale Netflix

Negli ultimi giorni Michela Giraud ha rilasciato svariate interviste, parlando del suo speciale di stand-up comedy su Netflix, della sua vita, di cui lo show è un concentrato esilarante, e non solo. Sa bene di non essere ancora nota in tutta Italia o amatissima trasversalmente. Lo speciale Netflix le aprirà però nuove porte, questo è sicuro. È qualcosa che è già accaduto con LOL, su Prime Video.

Ha così pensato di fare una sorta di recap della sua vita. Ecco perché La verità, lo giuro. Ha spiegato a suo modo come è arrivata fino a qui. È un tempo in cui si richiede d’essere bravi e, al tempo stesso, di mettersi a nudo. Vi sono però temi di cui non ama parlare ma, confrontandosi con Netflix, ha scoperto e capito che sono quelli che interessano di più-

Da un certo punto di vista, dunque, vedremo una Michela Giraud inedita, pronta a fronteggiare le proprie fragilità e i temi legati alla sua famiglia, come ad esempio il disturbo di sua sorella, che rientra nello spettro dell’autismo: “Mi sono chiesta cosa si fa una volta raggiunta la visibilità. Compri le borse e poi magari racconti la tua storia. La mia è complicata e potrebbe far sentire le persone meno sole, o spingere a non avere paura di chi è diverso. Il mio vissuto è profondamente legato al mio lavoro. Se non mi fosse capitato, non farei questo nella vita”.

Sua sorella, spiega, dice tutto ciò che pensa. La sua condizione ha rappresentato uno squarcio forzato nel mondo borghese in cui sono cresciute. Dice ciò che gli altri vorrebbero ma non possono. Le ha aperto gli occhi e fatto capire di poter ridere delle sofferenze. Vi è però dell’altro, episodi che tentano di trascinarti verso il basso e lasciano cicatrici.

Michela Giraud ha spiegato, nella sua intervista al Corriere della Sera, di voler dedicare il suo speciale Netflix alle donne fortissime che l’hanno cresciuta, mamma, sorella e nonne. Ha un obiettivo in mente e intende raggiungerlo a suo di risate del pubblico: “Voglio prendere a picconate chi ritiene d’essere dalla parte della ragione, cacciando in un buco nero chi pensa stia nel torto”.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI