Che fine ha fatto Sara 2 finale spiegato: come finisce

- Advertisement -

Com’è finita Che fine ha fatto Sara 2? Ecco il finale spiegato della seconda stagione, in attesa della terza e ultima.

Che fine ha fatto Sara è una serie TV messicana presente su Netflix. La terza e ultima stagione è in streaming dal 18 maggio 2022. Ecco il finale spiegato di Che fine ha fatto Sara 2. Impossibile guardare la terza e ultima stagione senza rinfrescare la memoria sulla seconda.

Che fine ha fatto Sara 2 come finisce

Le serie TV latine sono destinate a diventare dei veri e propri fenomeni su Netflix. È questa la regola non scritta degli ultimi anni della piattaforma streaming. In attesa della terza e ultima stagione, ecco come finisce Che fine ha fatto Sara 2.

Come il titolo ben chiarisce, la trama ruota intorno all’omicidio di Sara Guzman, così come alle indagini di suo fratello Alex, che mira ad abbattere la famiglia Lazcano, sollevando il velo sui loro traffici illegali.

In Che fine ha fatto Sara 2 vediamo Alex scoprire realmente chi era sua sorella Sara, che di fatto non conosceva, a quanto pare. Un cadavere viene ritrovato nel suo giardino e ciò potrebbe rispedirlo in carcere. Vediamo Alex e Nicandro ritrovare una videocassetta nell’armadio di Sara. La guardano insieme a Elisa, la fidanzata del protagonista, e Marifer, ovvero Diana cacciatrice. La scena che si ritrovano davanti è raccapricciante.

Sappiamo che Abel Martinez è il vero padre di Sara, avendo stuprato Lucia, madre della giovane. Si reca dalla figlia per ricattarla. Se non gli darà il denaro di cui ha bisogno, violenterà e ucciderà anche lei. Sara era a casa da sola quella notte. Riuscì però a liberarsi e scappare al piano superiore, chiamando il fidanzato Rodolfo, chiedendo il suo aiuto.

Ad arrivare è però Cesar che, intervenendo in difesa della giovane uccide Abel. È suo il cadavere ritrovato nel giardino di Alex, seppellito proprio dai due sopravvissuti. Sappiamo che il defunto era anche il padre di Marifer, che scopre così come Sara fosse sua sorella. La donna apprende anche un’altra verità: è stato suo padre a uccidere sua madre. Per tutta la vita la donna ha combattuto i Lazcano e la stessa Sara inutilmente.

Al termine della prima stagione si era certi che Mariana fosse l’artefice della morte di Sara, avendo commissionato il suo omicidio a Elroy. In un flashback però vediamo come nel giorno della sua morte la ragazza avesse allontanato Marifer bruscamente, dopo quanto accaduto con Abel. Elroy viene invece interrotto da Nicandro prima di tagliare l’imbracatura del paracadute. A seguire la scena da lontano con un binocolo è Marifer, che poi concluderà il tutto di propria mano, così da vendicarsi di com’era stata trattata da colei che credeva un’amica.

Clara ha intanto organizzato un incontro con Mariana, che nega dinanzi a lei e Marifer d’aver ucciso la loro mamma. È la verità ma la situazione degenera e parte un colpo accidentale che colpisce Clara, che muore per mano della sorella.

Che fine ha fatto Sara 2: Marifer è l’assassina?

Marifer è un personaggio complesso e misterioso. Dietro il suo volto si cela Diana la cacciatrice, che ha aiutato Alex a tramare contro i Lazcano. Sappiamo che è l’esecutrice materiale del delitto nei confronti di Sara. Tutto ciò lo pagherà terribilmente, ritrovandosi tra le fiamme del casinò. Un pezzo di soffitto le crolla addosso. Non sappiamo però se sarà morta realmente. Se è sua la mano dietro al delitto, tutto ciò che c’è dietro è molto più complesso e macabro.

Che fine ha fatto Sara 2 cliffhanger

Tanti gli interrogativi nel finale di Che fine ha fatto Sara 2. Nicandro sembra essere coinvolto in un progetto segreto finanziato dal padre, che ha coinvolto anche lo psichiatra di Sara, il dottor Hugo Alanis Musa. Sara sembra essere stata uno dei soggetti di un misterioso piano clinico segreto, che l’ha portata alla morte. La manomissione del paracadute, sorprendentemente eseguita da Marifer, pare possa essere stata ordinata dai piani alti di questo progetto. Ma perché Nicandro ha scelto proprio lei? Pare per vendetta, avendo lei in passato messo in pericolo la vita di lui, tagliando i freni della sua bici.