Daniele Dal Moro chi è il padre Gianni: un politico

Luca Incoronato
24/10/2022

Daniele Dal Moro chi è il padre Gianni: un politico

Daniele Dal Moro, 32 anni, non ha seguito le orme del padre, Gianni Dal Moro, noto politico che si tiene ben distante dal mondo dello spettacolo.

Daniele Dal Moro non ha mai sentito l’ispirazione del mondo della politica come suo padre. Gianni Dal Moro, 64 anni, è infatti un noto deputato che conosce i riflettori solo quando sono legati a un comizio o un evento pubblico del suo partito. Ha un profilo Instagram, così come suo figlio, ma con differenza di follower. Il concorrente del GF VIP è infatti seguito da più di 160mila persone mentre suo padre stenta a raggiungere quota 3mila. Sul suo profilo si definisce un veronese prestato alla Capitale, dove ha trascorso la maggior parte del suo tempo, in quanto deputato. Gianni dal Moro è nato a Verona il 23 maggio 1958 ed è attualmente residente presso San Martino Buon Albergo. Prima di seguire questa strada, si è fatto da solo come imprenditore nell’area del marketing strategico, degli eventi e della comunicazione.

È tutto riportato nella bio presente sul suo sito ufficiale, dove evidenzia come nel 1991 abbia mosso uno dei passi più importanti nel mondo del lavoro. Il padre di Daniele dal Moro ha ricoperto la carica di Presidente di Prospecta srl, agenzia di comunicazione e immagine veronese. Nel 1998 è invece Direttore di One Shot Events, che progetta e organizza eventi ed è legata a Prospecta. Una rete imprenditoriale fitta e di successo. Il padre di Daniele del Grande Fratello Vip si è però lasciato tutto alle spalle, in termini di titoli operativi almeno, da quando è stato eletto parlamentare. La carriera politica di Gianni dal Moro ha avuto inizio negli anni ’80, prendendo parte al mondo sindacale con la CISL. Si è poi calato tra le fila della Democrazia Cristiana. Un percorso interrotto per sette anni, trovando spazio ne La Margherita. È al fianco di Enrico Letta dal 2006 e viene nominato coordinatore nazionale della sua lista. Nel 2008 è stato eletto Deputato della Repubblica Italiana e nel 2009 Letta lo nomina capo della segreteria politica. Una carriera che prosegue a gonfie vele nel corso degli anni, fino alla nomina di Presidente della Commissione Nazionale per il Congresso. Gianni dal Moro oggi non fa più parte del Parlamento dalle scorse elezioni ed è tornato nella sua Verona, dove probabilmente svolgerà un lavoro locale, in attesa di tempi migliori per il PD a livello nazionale dunque da settembre 2022 si è chiusa la sua avventura romana. Così come avvenuto nel 2019, anche in questa esperienza al GF Vip 7 Gianni Dal Moro ha deciso di fare una sorpresa al figlio Daniele nella puntata del 30 gennaio dove si è ripromesso di dire al figlio di non frenarsi troppo e seguire i propri sentimenti.

Daniele dal Moro chi è la madre

A differenza del padre non è nota l’identità di chi sia la madre di Daniele dal Moro al grande pubblico. Si sa che un’imprenditrice del settore eventi, marketing e comunicazione e che il gieffino ha seguito le sue orme. L’ex tronista ha anche una sorella di nome Michela a cui è particolarmente legato ma che è lontana, come i genitori d’altronde, dal mondo dello spettacolo. Una famiglia unita, come dimostra anche il fatto che Gianni Dal Moro abbia accettato nel 2019 di mettere piede a Cinecittà, così da sorprendere il figlio, portando con sé anche sua moglie. La madre si definì fiera del percorso che stava facendo al Gf 16 suo figlio Daniele, dello stesso avviso suo padre Gianni che davanti alle telecamere si complimentò con il gieffino. Una sorpresa storica per il reality perché il giovane Dal Moro non se lo sarebbe mai aspettato, come hanno dimostrato le sue lacrime versate dall’emozione di un momento così intenso e speciale. Il pubblico ben conosce oggi il concorrente del Grande Fratello Vip nel 2019 sconosciuto, lo ricorda infatti come tronista a Uomini e Donne e per la sua storia con Martina Nasoni.