Skip to main content

La storia vera di Supereroi film diretto da Paolo Genovese e che vede come protagonisti Alessandro Borghi e Jasmine Trinca

Supereroi è una storia vera oppure no, si chiede il pubblico, e la risposta giunge proprio dal regista Paolo Genovese. Nel 2021 ha infatti portato al cinema il film con Alessandro Borghi e Jasmine Trinca, che offre l’adattamento per il grande schermo del suo romanzo omonimo, edito da Einaudi nel 2020. Il suo intento era quello di provare a raccontare qualcosa di reale, partendo dalla nascita di una storia d’amore e giungendo fino alla sua conclusione. Uno sguardo a 360° sull’amore odierno, ben differente dal passato, fatto di tanti stimoli e modi di guardare al mondo, in maniera spesso opposta.  Si può dire che Supereroi è una storia vera dal momento che il realismo proposto dalla pellicola consente a molti di ritrovare brandelli di sé in questa vicenda. La verità, però, è che non si tratta di un tentativo di adattare sul grande schermo quanto accaduto tra due persone specifiche nel mondo reale. Paolo Genovese ha infatti raccontato d’essere sempre stato attratto dall’idea di narrare una storia di coppia, temendo però di non avere nulla da aggiungere a quanto già fatto da altri, proponendo anche dei capolavori assoluti come Scene da un matrimonio. Ha poi avuto l’idea di sfruttare il concetto del tempo per una storia tutta sua, ponendo in evidenza tutti gli effetti che il passare degli anni ha sulla coppia, rappresentando il suo più grande nemico.  Sotto quest’aspetto Supereroi è tratto da una storia vera, dal momento che tutti quelli che hanno saputo resistere alle differenze acuite dal tempo, alla noia che rischia di sovrastare tutto, possono riconoscersi. Occorre amarsi davvero tanto per restare l’uno al fianco dell’altra e viceversa senza farlo per pura abitudine. Serve un sentimento enorme per continuare a lottare, per sorprendersi e cercare d’essere diversi e migliori ogni giorno, per sé e l’altro/a.

Supereroi trama

Supereroi è un film di Paolo Genovese, tratto dal suo omonimo romanzo del 2020. I protagonisti della pellicola sono Alessandro Borghi e Jasmine Trinca, che interpretano rispettivamente Marco e Anna. È il racconto di una storia d’amore reale, che affronta gli ostacoli cui tutti siamo destinati. Anna è una donna molto creativa, che dà particolare peso all’istinto. Nella vita fa la fumettista e odia ogni forma di convenzione. Ben differente da Marco, che nella vita insegna fisica e ha dei concetti ben saldi nella mente, secondo i quali giudica il mondo. Convinto del fatto che ogni reazione sia determinata da una data azione, il che vuol dire che nella vita ogni cosa ha il proprio significato specifico. Il tempo passa e i due provano a resistere alle prove che gli anni pongono sulla loro strada, tutelando quell’amore che dà senso alle loro vite. Sono però molto diversi e i litigi non mancano, così come vecchi segreti che, tornando a galla, generano crepe porofondissime. Resistere a tutto questo, facendo un passo indietro in nome di qualcosa che si considera più importante, l’amore, è da veri supereroi, ignorando le tentazioni dell’ego.

Giancarlo Spinazzola

Giornalista professionista classe '87, diverse le esperienze maturate soprattutto in ambito sportivo. Inviato per il calciomercato e le Universiadi ma anche per eventi di politica interna ed esteri, dal vertice bilaterale Italia-Francia alle elezioni. Ex direttore di Road2Sport e F1world, sono redattore per varie testate web e collaboro nella redazione sportiva della tv regionale campana Canale 21