Chi legge la Via Crucis 2024: la voce narrante

Valerio Rossari
29/03/2024

Chi legge la Via Crucis 2024: la voce narrante
Image Photo Agency

La Via Crucis 2024 a Roma è in diretta su Rai 1. Le meditazioni scritte da Papa Francesco sono lette da Orazio Coclite con la telecronaca di Ignazio Ingrao

È uno degli eventi più importanti del periodo pasquale per la religione cristiana e per la Chiesa Cattolica e ormai da anni è anche un importante evento televisivo. Si tratta della Via Crucis, il cui rito viene celebrato ogni anno nel Venerdì Santo a Roma. Nel 2024, la ricorrenza cade quest’oggi, venerdì 29 marzo 2024, e l’evento inizierà alle 21.15 con la tradizionale processione che dal Colosseo condurrà al Tempio di Venere al Palatino. La celebrazione verrà trasmessa in mondovisione su Rai 1 e su TV2000 (canale 128 e 157 di Sky). Sulla prima rete pubblica nazionale, la Via Crucis 2024 sarà curata come di consueto dal Tg1 da Rai Vaticano, e la trasmissione dell’evento sarà affidata alla regia di Brunella Olivari. La voce narrante della Via Crucis 2024, o più propriamente la telecronaca dell’evento, è stata affidata dalla Rai al giornalista Ignazio Ingrao. 54 anni, nato a Roma, è un nome molto importante nei programmi Rai dedicati al mondo cattolico, ed è stato anche autore e conduttore di A sua immagine, programma a sfonda religioso creato nel 1997. Ingrao è un noto vaticanista, autori di articoli e libri sulla religione e sul tema dei diritti civili, ha collaborato con Panorama ed è anche docente di giornalismo presso l’Università Telematica Internazionale Uninettuno di Roma, nella facoltà di Scienze della Comunicazione. Non si sa se Ignazio Ingrao è nipote di Pietro Ingrao. Non è mai stato ufficializzato nè reso noto un eventuale legame di parentela tra il giornalista e il noto politico. Se invece cercate la voce narrante delle stazioni della Crocifissione e morte di Gesù Cristo allora si tratta di un altro famoso giornalista. Chi legge le meditazioni della Via Crucis 2024 è Orazio Coclite. Praticamente, da sempre, è protagonista del Venerdì Santo di Rai 1 in queste vesti. Fondamentalmente speaker di Radio Vaticana, 62 anni, la voce storica della Via Crucis a Roma in diretta su Rai 1 è di origini calabresi. Da oltre trent’anni per la TV di Stato è speaker per la Santa Messa, i documentari e i grandi eventi legati alla religione. Le voci femminile delle stazioni della Via Crucis 2024 sono invece Giorgia Cardinaletti e Paola Cervelli, entrambe giornaliste e conduttrici del TG1.

Potrebbe interessarti anche: Papa Francesco origini italiane: la vecchia vita di Bergoglio

Via Crucis 2024 le stazioni scritte dal Papa

La Via Crucis 2024 sarà piuttosto particolare, dato che Papa Francesco ha deciso di dedicarla a un periodo preghiera in vista del Giubileo del 2025. Per questa occasione, il Pontefice ha deciso per la prima volta di scrivere lui stesso le meditazioni che accompagneranno la Via Crucis di quest’anno. Si tratta di un dialogo tra il Papa e Gesù, in cui si denunciano la “follia della guerra” e le sofferenze delle vittime civili dei conflitti nel mondo: “i volti dei bambini che non sanno più sorridere, a madri che li vedono denutriti e affamati e non hanno più lacrime da versare”. Un riferimento ovviamente alle guerre oggi in corso nella Striscia di Gaza e ancora in Ucraina, oltre a molte altre guerra in giro per il mondo, che qui in Italia fanno però meno notizia. In queste orazioni che accompagneranno le 14 stazioni della Via Crucis 2024, Papa Francesco ricorda anche l’importanza delle donne nella nostra società, segnalando anche gli abusi che subiscono: “vengono scartate subendo oltraggi e violenze”. Tra le meditazioni del Santo Padre ne figura anche una sul bullismo e l’odio online, temi sempre più centrali nella società di oggi: “Basta una tastiera per insultare e pubblicare sentenze” riporta l’Ufficio Stampa Vaticano.

Copyright Image: ABContents