Archive 81 – Universi alternativi: trama, cast e perché vederla

- Advertisement -

Archive 81 – Universi alternativi è l’ennesima prova del fatto che Netflix abbia ben capito come confezionare ottime serie TV horror. Uno show che funziona in pieno, che sa tenere incollato lo spettatore al proprio schermo e, soprattutto, sa farsi mainstream senza perdere qualità.

Prodotta da Netflix e Atomic Monster, di James Wan, Archive 81 – Universi alternativi è stata creata da Rebecca Sonnenshine, nome dietro a una serie di grande successo come The Vampire Diaries. Andiamo alla scoperta di tutto ciò che c’è da sapere su questo show horror, dalla trama al cast, fino a spiegare perché dovreste davvero vederla.

Archive 81 - Classifica Netflix

LEGGI: Manifest, un incrocio tra Lost e Fringe: trama, cast e perché vederla

Archive 81 – Universi alternativi, trama e cast

La serie muove i primi passi nel 2019, con Dan, giovane archivista, che viene assunto per restaurare dei vecchi nastri magnetici, dato il suo talento in questo settore. Il materiale è molto delicato, rovinato da un incendio, e non può essere trasportato all’esterno della struttura in cui si trova. Il giovane dovrà lavorare, dunque, in questo vecchio archivio in un magazzino distante dal centro cittadino.

L’incendio in questione ha fatto crollare un condominio e causato la perdita di tutti i suoi abitanti. Tra questi la giovane studentessa Melody, autrice delle videocassette da restaurare. Era il 1994 e la giovane era alla ricerca della madre biologica. Decide di fare delle indagini per la sua tesi di dottorato, intervistando gli abitanti del condominio Visser. Si tratta di persone alquanto fuori dal comune ma questa non è la cosa più strana.

È possibile sentire degli strani suoni provenire dalla sala centrale del condominio. Sembrano voci in preghiera che cantano una canzone misteriosa. Tutta l’indagine verrà registrata sulle cassette. Il materiale e la totale solitudine, però, inizieranno a far vacillare Dan, soprattutto quando nelle videocassette apparirà una figura a lui ben nota, suo padre.

Archive 81

Ecco il cast di Archive 81: 

  • Mamoudou Athie: Daniel “Dan” Turner
  • Dina Shihabi: Melody Pendras
  • Evan Jonigkeit: Samuel Spare
  • Julia Chan: Anabelle Cho
  • Ariana Neal: Jessica “Jess” Lewis
  • Matt McGorry: Mark Higgins
  • Martin Donovan: Virgil Davenport

LEGGI: L’Amica Geniale 3, quando esce e anticipazioni: salto nel futuro per Lila e Lenù

Archive 81 – Universi alternativi 2, quando esce

Archive 81 sta facendo parlare molto di sé. Chi ha già concluso la serie si sta chiedendo, ovviamente, se ce ne sarà una seconda. Dopo gli otto episodi prodotto ci sarà spazio per un continuo della storia? Netflix ha intenzione di rinnovare lo show o sarà cancellato come tanti altri negli ultimi due anni? Ecco il genere di domande che è possibile trovare in rete. L’attenzione, del resto, è tanta, considerando come la serie sia fissa nella Top 10 della piattaforma streaming.

Lo show è tratto da un podcast e questo è composto da tre stagioni. Va da sé che c’è dunque materiale per continuare la serie per altri due anni. È tutto nelle mani di Netflix ora. Proviamo ora a parlare di tempistiche. Ci si attende un rinnovo, e se ciò dovesse accadere Archive 81 2 non arriverà in streaming prima del 2023. Le riprese potrebbero avere inizio nell’estate del 2022 e l’esordio della seconda stagione annunciato per febbraio 2023. Tutte ipotesi, ovviamente. Non resta che attendere.

Archive 81 – Universi alternativi, perché guardare la serie

Per apprezzare Archive 81 – Universi alternativi occorre accettare la frustrante ripetitività della struttura, che rispecchia il podcast horror. Ne varrà la pena. La vera prova da superare è rappresentata dai primi due episodi, che regalano un po’ di atmosfere inquietanti, certo, ma in generale non sono caratterizzati da quasi alcun ritmo. Gli eventi scorrono come le immagini sullo schermo, senza particolari twist. Serve pazienza, arma della quale Dan si arma per completare il suo lavoro. Siamo abituati a ben altre strutture, a correre, a saltare le sigle e volare verso i fatti salienti. Archive 81 ci costringe invece a rallentare, così come a chiederci se mai si raggiungerà qualcosa di concreto.

Intrigante la scelta di affidare la regia a quattro registi differenti. Il cambio di mano si percepisce. C’è tanto che si cela in questa storia, che lentamente si cala in un mondo oscuro, la cui voce ci chiama e attrae, ma da dove, al tempo stesso, potrebbe spuntar fuori di colpo una mano pronta ad aggrapparsi al nostro colletto e trascinarci giù, verso l’ignoto.

Il vero difetto di Archive 81? È che attende chiaramente una seconda stagione. Lo show sta in piedi da solo ma per tramutarsi in qualcosa di davvero eccellente deve necessariamente essere catalogato come un primo capitolo di due o tre stagioni.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI