Chi era Catherine Spaak la diva stroncata da una lunga malattia

- Advertisement -

Catherine Spaak si è spenta dopo una lunga malattia. Ripercorriamo la carriera della diva e gli ultimi anni lontano dalle scene

Catherine Spaak è morta a 77 anni di età. A confermare la notizia anche il profilo Twitter di Rai Cultura che ha dato l’addio all’attrice, cantante, ballerina e conduttrice che ha scritto della tv di Stato. In poche ore la notizia ha fatto il giro dei social scatenando reazioni di cordoglio tra i fan della diva e dei vip che l’hanno affiancata nel corso della sua carriera fin dagli esordi.

La vita privata di Catherine Spaak è sempre stata avvolta dal massimo riserbo, nota distintiva dell’artista. Scopriamo chi era Catherine Spaak, la carriera e i programmi televisivi che ha condotto.

LEGGI ANCHE: Vincitore Borgo dei Borghi 2022: la classifica finale

Chi era Catherine Spaak: carriera, film, programmi

Catherine Spaak è nata in Francia precisamente a Boulogne Billancourt il 3 aprile 1945 ed è morta il 17 aprile del 2022 a 77 anni di età. È dunque di origini belghe ma ben presto viene naturalizzata italiana. Suo padre è stato un noto sceneggiatore Charles Spaak, sua madre era una nota attrice di nome Claudie Cleves. Non solo i genitori di Catherine Spaak erano famosi, anche sua sorella Agnes è stata attrice. Fin dall’infanzia ha mostrato una particolare propensione per l’arte in tutte le sue forme ma provenendo da una rigida famiglia borghese, imparentata anche con un primo ministro belga, ben presto ha sentito la voglia di staccarsi da quell’ambiente che le stava stretto e girare il mondo.

Si trasferisce da adolescente in Italia e a 14 anni i suoi esordi sono al cinema con Il Buco dove interpreta una giovane sopra le righe con cui subito si crea il personaggio di diva bella e impossibile. Non a caso il ruolo dell’adolescente scapestrata e sensuale diventa ben presto un cliché della commedia all’italiana e lo interpreta in diversi film come La Noia e Voglia Matta. Recita anche con Vittorio Gassmann in Il Sorpasso e poi in Diciottenni al Sole. Contemporaneamente alla carriera nel cinema dove vince il David di Donatello, Catherine Spaak inizia anche quello di cantante, il suo più grande successo è Noi siamo i giovani e inciderà sette album.

Diventa una diva e negli Settanta interpreta da protagonista L’Armata Brancaleone e Adulterio all’italiana. Fa parte anche del film cult Febbre da Cavallo cui abbiamo deciso di dedicarle la foto di copertina. Il grande successo crescente la porta anche ad Hollywood dove prende parte al film Intrighi al Grand Hotel. Con il passare del tempo la carriera cinematografica prende la strada del declino e viene messa da parte per l’ascesa in tv. Inizia negli anni 90 a condurre il talk show Harem, programma all’epoca innovativo e che ora è un format consolidato ripreso da tante altre trasmissioni. In tutto saranno quindici le edizioni condotte.

Chiude la sua carriera televisiva sempre in Rai con Il Sogno dell’Angelo, mentre prende parte a due reality. Nel 2007 partecipa a Ballando con le Stelle e nel 2015 all’Isola dei Famosi per poi ritirarsi. Va ricordato anche il successo di Catherine Spaak nelle fiction come Un posto al sole e Un medico in famiglia.

Leggi anche: Ludovica Bargellini chi era la giovane attrice e come è morta

Catherine Spaak vita privata

La vita privata di Catherine Spaak è stata turbolenta. All’inizio degli anni Sessanta conosce l’attore Fabrizio Cappucci, oggi ritiratosi dalle scene. I due si sono incontrati sul set del film La voglia matta. Un amore a prima vista che si consolida in un matrimonio lampo con la nascita della figlia di Catherine Spaak, Sabrina. Dopo poco tempo la relazione si conclude e mentre lavorava a teatro conosce Johnny Dorelli. Un nuovo colpo di fulmine tra i due attori e le loro nozze vengono celebrate nel 1972 e terminano, dopo diversi litigi e incomprensioni, nel 1979. Con Johnny Dorelli la Spaak ha un figlio, Gabriele.

Dopo un periodo in cui l’attrice si dedica a se stessa si fidanza agli inizi degli anni Novanta con l’architetto Daniel Rey con cui si sposa nel 1993 e divorzia nel 2010. La vita sentimentale di Catherine Spaak non finisce con questo amore connotato dall’arte. Dopo tre anni si fidanza e dopo poco si sposa con Vladimiro Tuselli che non appartiene al mondo dello spettacolo, che di lavoro fa il pilota e con cui aveva 18 anni di differenza. Catherine Spaak aveva dunque due figli: Sabrina Cappucci di 50 anni di età circa ed attrice e Gabriele Guidi anche lui noto attore e di 51 anni di età.

Catherine Spaak addio

La causa della morte di Catherine Spaak è una lunga malattia. In piena pandemia da Coronavirus ma non ancora in lockdown, l’attrice viene colta da un’emorragia cerebrale. Dopo tempo si era però in parte ripresa dopo il brutto malore e aveva raccontato l’esperienza della malattia a Storie Italiane. L’emorragia le ha però causato una crisi di epilessia che l’ha portata in quei brutti attimi ad avere problemi di deambulazione e di vista. Dopo due anni si è spenta a causa delle conseguenze di quella emorragia a Roma, in una clinica sita in Via Carlo Poerio dove era ricoverata da luglio dopo il terzo ictus.

Prima di ritirarsi definitivamente dalla televisione due anni fa, Catherine Spaak ha reso noto anche un episodio che fa parte della sua vita privata e che l’ha profondamente segnata. Dopo il divorzio con Fabrizio Cappucci, il giudice ha ritenuto che sua figlia Sabrina vivesse con il padre perché era ritenuta di dubbia moralità.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI