Vita di Pi è una storia vera? A cosa si ispira            

Vita di Pi è una storia vera? A cosa si ispira            

La storia raccontata da Ang Lee in Vita di Pi è vera o no? Cosa sappiamo sull’ispirazione alla base della pellicola che mostra una fantastica avventura nell’Oceano Pacifico.

Tante le domande del pubblico dopo aver visto Vita di Pi Tanti i significati possibili di questa storia ma non solo. Il grande dubbio è soprattutto uno: è una storia vera?

LEGGI: Vita di Pi come finisce e significato

Vita di Pi storia vera

Il film è ispirato al romanzo bestseller di Yann Martel. Questi si è basato su una storia vera? E di conseguenza la pellicola di Ang Lee ha fondamenti reali? La risposta è no! Si tratta di un’idea dell’autore, ispirato dalla lettura della novella Max and the Cats, di Moacyr Scliar. Per rendere il tutto più realistico, Martel ha tracorso alcune settimane in India, per poi completare le sue ricerche presso la biblioteca della McGill University di Montreal. Un libro dalla complessa gestazione, considerando come la sola scrittura del finale abbia richiesto quattro anni.

LEGGI: Forrest Gump è una storia vera? A cosa si ispira

Vita di Pi curiosità

Sono svariate le curiosità relative a Vita di Pi. Vi è un mondo da scoprire dietro il film Vita di Pi:

  • Animali: i dubbi iniziali del pubblico riguardano soprattutto gli animali. Sono veri o realizzati in CGI? Sono tutti ricreati a computer ma i movimenti sono più che mai realistici. Basti pensare che per Richard Parker sono state utilizzate quattro tigri: King, Mink, Themis e Jonas. Lo stesso vale per gli altri animali, come la iena ad esempio, il cui nome è Vlad. Le uniche belve vere e proprie sono quelle dello zoo e, anche in quel caso, vi sono alcuni esemplari ricreati, come la giraffa.

LEGGI: The Book of Boba Fett episodi e cast

  • Scene in mare: come sono state realizzate le scene nel bel mezzo dell’Oceano? La produzione ha sfruttato per l’80% del film l’ampio spazio messo a disposizione da un aeroporto abbandonato a Taichung, a Taiwan. È stata realizzata una vasca enorme in grado di creare onde realistiche. Un set modernissimo, dove ha preso forma il Pacifico. L’acqua, però, è stata aggiunta in digitale, eccezion fatta per la scena del naufragio.
  • Perdita di peso: Suraj Sharma ha effettivamente perso peso in tempo reale durante le riprese del film. A dire il vero ha dovuto guadagnarne un po’ prima, così da non costringerlo a raggiungere una soglia pericolosa in seguito. Nella fase finale della sua avventura, però, è stato alterato leggermente il suo aspetto, peggiorandolo, in computer grafica.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI