Chi sono stati i Fratelli De Filippo: la vera storia che non raccontano in tv

- Advertisement -

Chi sono stati i fratelli De Filippo, protagonisti dell’omonimo film tv in onda su Rai1 il 30 dicembre, per la regia di Sergio Rubini? Ecco la vera storia.

I Fratelli De Filippo sono stati tre figure fondamentali per la storia del teatro italiano del Novecento, ma anche personaggi importantissimi per la storia del cinema. Tornano come protagonisti di un film biografico omonimo in onda il 30 dicembre su Rai1, per la regia di Sergio Rubini.

A interpretare i tre celebri attori e autori napoletani sono Mario Autore che fa Eduardo, Domenico Pinelli che fa Peppino e Anna Ferraioli Ravel che fa Titina. La storia dietro il film ha dei tratti inediti: scopriamoli insieme.

LEGGI ANCHE: Mario Autore chi è Eduardo ne I Fratelli De Filippo

La vera storia dei fratelli De Filippo

I fratelli De Filippo sono nati tra la fine dell’Ottocento e i primi nel Novecento a Napoli, dall’attore e commediografo Eduardo Scarpetta e dalla sarta teatrale Luisa De Filippo. Non essendo stati riconosciuti dal padre, sposato da oltre vent’anni con la zia di Luisa, hanno assunto il cognome della madre.

Cresciuti in un ambiente culturalmente molto ricco, hanno iniziato a recitare giovanissimi, a partire dalla primogenita Titina, che già da bambina entra nella compagnia teatrale di Vincenzo Scarpetta (uno dei tanti figli illegittimi di loro padre), facendo da apripista per gli altri due.

Alla fine degli anni Venti, però, i fratelli De Filippo iniziano a mettersi in proprio e a riscuotere un certo successo, che porterà nel 1931 alla fondazione della loro compagnia, il Teatro Umoristico “I De Filippo”. In questo periodo realizzano uno dei loro più grandi capolavori, la commedia Natale in Casa Cupiello (1931), affermandosi progressivamente a livello cittadino e poi nazionale.

LEGGI ANCHE: Anna Ferraioli Ravel chi è Titina ne I Fratelli De Filippo

La rottura tra i fratelli De Filippo

Alla fine del 1944 la compagnia si ruppe: Peppino contestò platealmente a Eduardo di gestire il progetto in maniera autoritaria, e i due smisero di collaborare dopo lo spettacolo del 20 dicembre al Teatro Diana di Napoli.

I fratelli De Filippo si divisero: Eduardo fondò un nuovo progetto, il Teatro di Eduardo, e Titina restò con lui, contribuendo a grande successi nazionali del dopoguerra come Napoli milionaria!, Filomena Marturano e Questi fantasmi!. Peppino, invece, scelse un’altra strada, diventando un autore di successo, seppur scrivendo commedie più leggere, e divenne particolarmente noto al cinema come spalla di Totò.

LEGGI ANCHE: Domenico Pinelli chi è Peppino ne I Fratelli De Filippo

Nel 1946, Titina iniziò ad avvertire problemi di cuore che lentamente ridussero il suo impegno nella recitazione, mentre i due fratelli raggiungevano il massimo della fama, e morì infine nel 1963. Non è chiaro se Eduardo e Peppino si riconciliarono mai: Luigi, figlio di quest’ultimo, riporta che nel 1980, quando il padre stava morendo, Eduardo venne a trovarlo e i due restarono a parlare a lungo in privato. Altre fonti dicono che, però, Eduardo non prese parte alle esequie del fratello, e la sera della sua morte disse, al pubblico del Teatro Duse di Bologna: “Adesso mi manca. Come compagno, come amico, ma non come fratello”.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI