Monaco: sull’orlo della guerra, Hugh Legat e Paul von Hartmann sono esistiti? La storia vera

- Advertisement -

Monaco: sull’orlo della guerra è un film del 2021 diretto da Christian Schwochow, giunto su Netflix a gennaio 2022. Una pellicola da vedere, che adatta il romanzo di Robert Harris, Monaco.

Cosa c’è di vero in Monaco: sull’orlo della guerra? Scopriamo cosa si nasconde dietro Hugh Legat e Paul von Hartmann. Sono esistiti davvero? Ecco la storia vera che forse non conoscevate.

LEGGI: Grande Fratello VIP 24 gennaio: chi è in nomination e pronostici preferito: grande protagonista in bilico

Monaco: sull’orlo della guerra, trama e cast

Il 21 gennaio 2022 ha fatto il suo esordio su Netflix Monaco: sull’orlo della guerra. Una pellicola che, seppur in maniera romanza, racconta una storia realmente accaduta. Un titolo da vedere, che adatta il libro del 2017 di Robert Harris, Monaco. Un racconto a dir poco intrigante, che mostra come ci sia ancora tanto da riscoprire del periodo della Seconda Guerra Mondiale. Non a caso Monaco: sull’orlo della guerra è finito rapidamente nella Top 10 di Netflix.

Hugh Legat è un giovane diplomatico britannico che lavora come segretario del Primo Ministro, il conservatore Neville Chamberlain. Il ragazzo dedica fin troppo tempo al suo lavoro, il che mette in crisi il suo matrimonio con Pamela. Paul von Hartmann, invece, fa parte dello staff del ministero degli Esteri tedesco. È in realtà deluso dal Terzo Reich, di cui è stato un fiero sostenitore. È ormai un membro della resistenza anti-Hitler, insieme con alcuni generali.

LEGGI: Anticipazioni Grande Fratello VIP 24 gennaio, nuovi ingressi per Soleil

I due ragazzi sono vecchi amici, avendo studiato insieme a Oxford, con Lenya, al tempo fidanzata di Paul. Qualcosa si è poi rotto. È settembre del 1938 e non si sentono da ormai sei anni. Le loro strade si incrociano nuovamente a Monaco, dove sono impegnati con le proprie delegazioni. Von Hartmann ha ricevuto un verbale di una riunione segreta, che chiarisce come Hitler voglia conquistare tutta l’Europa. La missione di Paul è quella di passare il memorandum a Hugh, al fine di non far firmare l’accordo al Primo Ministro. Il mondo deve conoscere il piano dei Fuhrer.

Ecco il cast di Monaco: sull’orlo della guerra:

  • Jeremy Irons: Neville Chamberlain
  • George MacKay: Hugh Legat
  • Jannis Niewöhner: Paul von Hartmann
  • Sandra Hüller: Helen Winter
  • Liv Lisa Fries: Lenya
  • August Diehl: Franz Sauer
  • Jessica Brown Findlay: Pamela Legat
  • Anjli Mohindra: Joan
  • Ulrich Matthes: Adolf Hitler
  • Mark Lewis Jones: Sir Osmund Cleverly

LEGGI: La Sposa, anticipazioni terza puntata: chi muore nel finale

Monaco: sull’orlo della guerra, storia vera

High Legat e Paul von Hartmann sono personaggi nati dalla fantasia di Robert Harris. Lo scrittore ha però spiegato d’essersi ispirato a una personalità di grande rilevanza realmente esistita. Si parla nello specifico di von Hartmann, che ricalca il diplomatico Adam von Trott zu Solz. Un avvocato di Potsdam che considerò del tutto inconciliabili nazismo e patriottismo. Dovendo viaggiare molto, ebbe modo di rendersi conto dell’aggressività politica estera nazionalsocialista, così come della persecuzione delle minoranze e, nello specifico, degli ebrei.

Aveva frequentato il Mansfield College di Oxford e nel 1934 entrò a far parte della resistenza anti-nazista. Nel 1939 si fece assumere dal ministero degli Esteri, così da cercare alleati in Gran Bretagna e negli Stati Uniti. Fu uno dei pochi diplomatici della sua generazione a condurre una lotta contro il regime del Terzo Reich. La sua è una storia di coraggio. Gli uomini dovrebbero alzare la testa dinanzi ad atrocità come il regime nazista. Lui lo fece e prese addirittura parte al complotto del 20 luglio 1944. Si fa riferimento al fallito attentato alla vita di Hitler. Un gesto che lo condusse in prigionia, dove venne torturato e giustiziato. Era il 26 agosto 1944.

La figura di Hugh Legat è invece totalmente inventata, sottolinea Harris. Fatto sta, però, che Adam von Trott zu Solz divenne amico di Alfred Leslie Rowse durante il periodo trascorso a Oxford. Questi fu uno storico e poeta britannico, fervente anti-tedesco.

Siamo su Google News: tutte le news sullo spettacolo CLICCA QUI