domenica, Novembre 28, 2021

Latest Posts

Il record di Osvaldo Jaconi, nove promozioni in carriera

È l’allenatore che vanta più promozioni in Italia nel mondo dei professionisti, nove salti di categoria. Uno in più di Gigi Simoni. Il sorpasso è avvenuto nel 2013 alla guida del Montegranaro. Il Comandante Osvaldo Jaconi realizzò il suo record con un pareggio contro il Latte Dolce Sassari nella finale playoff di ritorno per raggiungere un’incredibile promozione in serie D, dopo la vittoria al 90′ dell’andata grazie alla rete di Argiolas, proprio contro i suoi corregionali. Un due a due che valse un doppio traguardo storico per la squadra e per l’allenatore. L’ennesima impresa del Comandante che dal 1982, quando prese le redini della Civitanovese, ha continuato a regalare gioie ai propri tifosi.

Osvaldo Jaconi, nove promozioni e la favola Castel Di Sangro

Ed è proprio con la squadra di Civitanova Marche, al debutto in panchina, che arrivò la prima di nove promozioni. Nella stagione 1982/1983 Jaconi condusse i suoi in serie C1. Nel 1992/1993 è il turno del Leonzio, e l’anno dopo inizia il miracolo Castel di Sangro con la doppia promozione, prima in C1 e poi serie B, l’apice di 5 anni straordinari. “E’ vero, la cosa che mi da più soddisfazione è crescere i ragazzi. La mia tesi a Coverciano è stata data in psicologia proprio perché anche in questo mondo, prima viene l’uomo e poi il calciatore. Ci tengo a insegnare calcio, è naturale, ma uno dei miei obiettivi è quello di indirizzare i più giovani verso valori quali la disciplina, l’umiltà, l’orgoglio, il rispetto delle regole; sono tutti aspetti che pretendo dai miei ragazzi e sono i valori che ti consentono di fare carriera. Mi fa piacere sapere che calciatori come Di Carlo, Fusco, Piovani, che ho avuto nelle mie squadre, si ricordino di me per come amministravo il gruppo, aiutando nel miglior modo possibile i giovani. Perché se vuoi vincere bastano i calciatori, ma se vuoi vincere con continuità servono gli uomini”.

L’amore di Livorno

Ma non finisce qui. Nel 1999 porta il Savoia in serie B, ennesima promozione storica, e poi nell’estate del 2000 inizia il biennio livornese. Jaconi è il tecnico che ha dato a Igor Protti (53 gol in due anni fra Campionato e Coppa Italia) la possibilità di rinascere, valorizzandolo all’estremo e modellandogli due signore squadre attorno. Il primo campionato con il Livorno venne chiuso al terzo posto dopo aver perso la finale play-off di Como giocata con Protti infortunato, ma il gioco, il gruppo, la compattezza e il feeling coi tifosi, insieme a risultati storici riempirono di entusiasmo una tifoseria che nominandolo Vodz (Capo in cirillico) lo blindò togliendo al presidente eventuali desideri di cambiare. La stagione successiva fu una marcia trionfale. Osvaldo Jaconi divenne Storia per quella squadra di cui, avrebbe detto in seguito: “dopo la finale di Como, non ero più solo l’allenatore, ma anche uno dei tifosi.

Il ritorno alla vittoria e il ritiro

Dopo alcuni anni sottotono ritorna a vincere ad Ivrea nel 2005-2006 e dopo 7 anni raggiunge la sua nona promozione personale  con l’A.S.D. Montegranaro Calcio 1965. Sarebbe quasi scontato dargli dell’allenatore all’antica, ma non è così, anzi in un’intervista di qualche anno fa dicharò: “Sono un patito della tecnologia, sono un curioso di natura e mi piace stare al passo con i tempi. Anche per questo uso l’Ipad a supporto del mio lavoro, uno strumento molto utile. Se non restassi al passo con i tempi, poi, cosa potrei insegnare ai miei calciatori? Credo che la tecnologia sia sempre utile e vedo nel futuro un ampio uso di questi strumenti anche nelle scuole”. Nel 2016 l’addio al calcio, termina il suo rapporto con la Fermana e dichiara conclusa, a 69 anni d’età, la sua carriera da allenatore. “Lasciare in questo modo non fa piacere, ma ormai ho deciso. In rampa di lancio c’è il mio secondo da sette anni Angelo Cetera che è pronto per fare esperienza da solo. Se qualcuno mi chiamerà, non farò l’allenatore. Semmai ci fosse qualche altro progetto, vedremo. La vita ti offre sempre possibilità, basta coglierle”.

Latest Posts

Don't Miss